Bayro crema
torna all'INDICE farmaci


Google  CERCA FARMACI NEL SITO

  www.carloanibaldi.com

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE
02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
04.5 Interazioni
04.6 Gravidanza e allattamento
04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE
05.1 Propriet� farmacodinamiche
05.2 Propriet� farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilit�
06.3 Periodo di validit�
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO
10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
11.0 TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90
12.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE -[Vedi Indice].

BAYRO CREMA

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice].

1 g di crema contiene: etofenamato 100 mg

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice].

Crema.
Tubo 50 g

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - [Vedi Indice].

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice].

Malattie reumatiche su base infiammatoria o degenerativa dei tessuti molli e dei sistemi muscolari e scheletrici quali reumatismi muscolari, torcicollo, periartrite scapolo-omerale lombalgie, sciatalgie, tenosinoviti, borsiti, epicondiliti. Disturbi dovuti a sovradistensione o ad attrito della colonna vertebrale e delle articolazioni quali spondilosi ed artrosi. Lesioni traumatiche: distorsioni, contusioni e stiramenti.

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice].

Salvo diversa prescrizione medica, applicare 2.3 o pi� volte al giorno in quantit� sufficiente a ricoprire con un leggero strato la zona dolente (una striscia di 5.10 cm) e massaggiare lievemente per favorirne la penetrazione.

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice].

Ipersensibilit� individuale accertata verso il prodotto e i suoi componenti nonch� verso altri anti- flogistici non steroidei.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice].

L'uso, specie se prolungato, dei prodotti per uso topico pu� dare origine a fenomeni di sensibilizzazione.
In tal caso � necessario interrompere il trattamento ed instaurare una terapia idonea. In caso di tendenza alle allergie il prodotto va impiegato con le usuali cautele.

04.5 Interazioni - [Vedi Indice].

Alla luce delle attuali conoscenze non sono ipotizzabili interazioni farmacologiche tra l'etofenamato per via epicutanea ed altri preparati assunti contemporaneamente.

04.6 Gravidanza e allattamento - [Vedi Indice].

Le limitate esperienze cliniche sconsigliano l'uso della crema al 10% in gravidanza, durante l'allattamento e nei bambini in tenera et�.

04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice].

Nessuno.

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice].

Bayro crema � ben tollerato; raramente possono comparire arrossamenti della cute che scompaiono se l'applicazione del preparato viene sospesa.

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice].

Non sono riscontrabili in letteratura segnalazioni di effetti riferibili a sovradosaggio, che possono essere esclusi anche in funzione della via di somministrazione.

05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE - [Vedi Indice].

05.1 Propriet� farmacodinamiche - [Vedi Indice].

Le propriet� antinfiammatorie ed analgesiche dell'etofenamato, principio attivo del BAYRO crema 10%, risultano ormai da tempo ben documentate e sono riconducibili all'attivit� da esso esercitata a vari livelli della reazione flogistica.
In accordo ai dati sperimentali l'etofenamato risulta infatti possedere un elevato effetto inibitorio sia nei confronti della liberazione di istamina ed altri mediatori chimici della flogosi sia nei confronti della sintesi e liberazione di prostaglandine e leucotrieni.
Prove condotte sulla permeabilit� capillare, sulla reazione granulomatosa da corpo estraneo, di anafilassi passiva locale, di attivit� antiedemigena hanno consentito di evidenziare la capacit� antiflogistica ed antireattiva del preparato. Grazie alle sue caratteristiche fisico-chimiche infine, l'etofenamato soddisfa i requisiti particolari dell'impiego locale: trattandosi di una sostanza altamente lipofila pu� facilmente penetrare attraverso la cute in profondit� fino alle zone di tessuto sede di affezione. La formulazione in crema, inoltre, si contraddistingue per la sua favorevole tollerabilit�, anche nel caso di eventuale applicazione su cute lesa, dove il gel non � indicato.

05.2 Propriet� farmacocinetiche - [Vedi Indice].

La concentrazione plasmatica di principio attivo, due ore dopo applicazione epicutanea nell'uomo � risultata essere di 0,15 mg/l con tempo di emivita di 3,3 ore.
Tali valori non si modificano sostanzialmente dopo somministrazioni ripetute. L'eliminazione avviene attraverso l'emuntorio renale: solo una piccola percentuale della sostanza � rinvenibile come tale nelle urine, mentre la maggior parte � eliminata come coniugati dell'acido flufenamico o metaboliti ottenuti attraverso un processo di idrossilazione.

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice].

  

DL50 - os : topo 780/mg/Kg ratto 430 mg/Kg
i.v.: ratto M 140 mg/Kg ratto F 226 mg/Kg
i.p.: ratto M 373 mg/Kg ratto F 397 mg/Kg
s.c.: ratto M 643 mg/Kg ratto F 568 mg/Kg

  - dermica: ratto e coniglio non valutabile. Tossicit� sub cronica: - os: alla dose di 22 mg/Kg nel ratto e di 100 mg/Kg nel cane: nessun segno di tossicit�.
Comparsadi una certa mortalit� (5/10) nel ratto con dosi pari a 200 mg/Kg. - dermica: alle dosi di 2 g/Kg nella cavia nessun segno di tossicit�. Tossicit� cronica (25 settimane): - dermica - ratto e coniglio a cute integra e abrasa: la somministrazione molto prolungata risulta ben tollerata e non provoca reazione tossica particolarmente evidenziabile.Prove teratologiche - Ratte gravide (Sprague Dawley) e coniglie gravide (New Zeeland): applicazione dermica su cute depilata del dorso dal 1� al 15� e dal 7� al 15� giorno di gravidanza rispettivamente: nessuna comparsa di alterazioni del normale sviluppo embrionale e fetale. Mutagenesi: nei vari test effettuati l'etofenamato � risultato privo di attivit� mutagena. Prove di tollerabilit� locale: nel corso di numerose prove sperimentali e cliniche l'impiego epicutaneo del farmaco ha consentito di evidenziare un'elevata tollerabilit� locale e scarso potere allergizzante.
 

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - [Vedi Indice].

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice].

Miscela di mono e digliceridi degli acidi palmitico e stearico, isopropile miristato, poliossietilene (100) stearato, alcool benzilico, acido citrico anidro, sodio citrato diidrato, metilidrossietilcellulosa, acqua depurata

06.2 Incompatibilit� - [Vedi Indice].

Nessuna.

06.3 Periodo di validit� - [Vedi Indice].

36 mesi.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice].

Non conservare al di sopra di 25�C.

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice].

Tubo di alluminio internamente protetto con resine epossidiche.
Astuccio di 1 tubo da 50 g.

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice].

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO Viatris S.p.A., Viale Brenta 18, 20139 MILANO

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

AIC 024180034

09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO - [Vedi Indice].

10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice].

Prima autorizzazione: 28.10.1994 Rinnovo: 01.06.2005

11.0 TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90 - [Vedi Indice].

12.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO - [Vedi Indice].

01/06/2005

 

home

 


Ultimo aggiornamento: 15/12/2012
carloanibaldi.com - Copyright � 2000-2012 - Anibaldi.it@Network - Tutti i diritti riservati.
[http://www.carloanibaldi.com/terapia/schede/summary.htm]