GASTROFRENAL
torna all'INDICE farmaci


Google  CERCA FARMACI NEL SITO

  www.carloanibaldi.com

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE
02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
04.5 Interazioni
04.6 Gravidanza e allattamento
04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE
05.1 Propriet� farmacodinamiche
05.2 Propriet� farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilit�
06.3 Periodo di validit�
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO
10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
11.0 TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90
12.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE -[Vedi Indice].

GASTROFRENAL

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice].

- Ogni capsula da 100 mg contiene: sodio cromoglicato mg 100 Ogni bustina da 250 mg contiene: sodio cromoglicato mg 250 Ogni bustina da 500 mg contiene: sodio cromoglicato mg 500

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice].

Capsule. Granulare in bustine.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - [Vedi Indice].

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice].

Prevenzione delle intolleranze alimentari di tipo allergico. Il Gastrofrenal deve essere usato dopo aver eseguito adatte ricerche per determinare la sensibilit� ad uno o pi� allergeni ingeriti, insieme ad una dieta di restrizione dei principali allergeni causali.

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice].

Dose iniziale Bambini (2.14 anni): 100 mg 4 volte al giorno prima dei pasti. Adulti: 250 mg 4 volte al giorno oppure 500 mg 2 volte al giorno prima dei pasti. Se non si raggiunge un controllo soddisfacente dei sintomi entro 2.3 settimane la dose pu� essere raddoppiata (200 mg 4 volte al giorno nei bambini fino ai 14 anni e 500 mg 4 volte al giorno negli adulti e ragazzi sopra i 14 anni) senza tuttavia superare i 40 mg/kg/die. Dose di mantenimento Una volta ottenuta la risposta terapeutica, la dose pu� essere ridotta al minimo necessario per mantenere il paziente libero dai sintomi. I pazienti che in alcune particolari circostanze (per es: refezioni scolastiche, ristoranti, ecc.) non riescono ad evitare cibi allergenici, possono proteggersi contro gli effetti di questi cibi prendendo una singola dose di Gastrofrenal 15 minuti prima del pasto. La dose ottimale deve essere determinata per ciascun paziente, iniziando con 250 mg negli adulti e 100 mg nei bambini.
Somministrazione Le bustine vengono usate versandone il contenuto in mezzo bicchiere di acqua.
La soluzione pu� presentarsi leggermente opalescente, in particolare con acqua ad elevato grado di durezza. � consigliabile agitare la soluzione nel cavo orale per qualche secondo prima di deglutire.
Tale operazione aiuta a proteggere la mucosa orale qualche volta interessata nell'assorbimento di allergeni alimentari. Il contenuto in polvere delle capsule, ove necessario, pu� anche essere sospeso in acqua. La somministrazione sotto forma di soluzione acquosa sembra il metodo di scelta nell'allergia alimentare.

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice].

Non esistono controindicazioni specifiche, salvo i casi di ipersensibilit� individuale accertata verso il farmaco.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice].

L'innocuit� del Gastrofrenal nel trattamento dei bambini al di sotto di due anni non � stata ancora stabilita. I pazienti con dimostrata storia personale di shock anafilattico o reazioni similari alla ingestione di cibi non devono fare affidamento sulla protezione con il Gastrofrenal.

04.5 Interazioni - [Vedi Indice].

Non sono note interazioni con altri farmaci.

04.6 Gravidanza e allattamento - [Vedi Indice].

L'innocuit� dell'uso del Gastrofrenal in gravidanza non � stata ancora stabilita.

04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice].

Il prodotto non interferisce sulla capacit� di guidare e sull'uso di macchine.

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice].

In pochi casi sono stati osservati nausea, eruzioni cutanee e dolori articolari.

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice].

Dato che il prodotto � assorbito solo in piccolissima quantit�, non � necessaria alcuna azione oltre all'osservazione medica.

05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE - [Vedi Indice].

05.1 Propriet� farmacodinamiche - [Vedi Indice].

Il Sodio cromoglicato (SCG) � una molecola di sintesi utilizzata nelle terapia dell'asma bronchiale ed in varie patologie allergiche. Il SCG � in grado di bloccare le reazioni allergiche, se assunto prima del fattore scatenante, bloccando la liberazione di istamina e degli altri autacoidi (leucotrieni) dai mastociti della mucosa intestinale.
Tali mediatori causano un'infiammazione locale che pu� provocare una sintomatologia intestinale e facilitano l'assorbimento di antigeni responsabili delle manifestazioni allergiche sistemiche. Riducendo la penetrazione di antigeni nella mucosa intestinale, il SCG riduce l'infiammazione secondaria alla loro penetrazione.
Il suo utilizzo terapeutico � particolarmente interessante, in quanto differisce dai simpaticomimetici e dai corticosteroidi per la sua capacit� di bloccare le reazioni allergiche sia immediate che tardive.
Gli effetti del SCG sono organo e specie-specifici e ci� rende difficili sia gli studi sull'attivit� farmacologica, che le eventuali correlazioni tra i vari modelli animali e l'uomo.
Il meccanismo d'azione del SCG � tuttora oggetto di studio anche se i lavori condotti sino ad oggi gi� consentono le seguenti considerazioni: Il SCG � efficace quando � presente nella membrana cellulare prima dell'unione Ag-Ac.
Apparentemente non sembra capace di prevenire l'unione Ag ed Ac, ma � in grado di inibire le tappe successive che porterebbero i mastociti alla degranulazione agendo, secondo alcuni AA, come uno stabilizzante di membrana, secondo altri interferendo con il trasporto degli ioni Ca++ attraverso la membrana.Il meccanismo pi� probabile sembra essere legato alla capacit� del SCG di bloccare, in modo non ancora conosciuto, il trasporto degli ioni Ca++ agendo forse sulla superficie cellulare o forse interferendo con la fosforilazione delle proteine ad alto peso molecolare del citosol.Il SCG modula inoltre alcuni riflessi che inducono broncocostrizione ed � in grado di ridurre la iperreattivit� non specifica bronchiale di alcuni pazienti asmatici.

05.2 Propriet� farmacocinetiche - [Vedi Indice].

Il Cromoglicato � poco assorbito dal tratto gastro-intestinale.
Al pH fisiologico, il SCG � per lo pi� ionizzato, per cui non passa attraverso la maggior parte delle membrane biologiche.
La frazione assorbita (meno dell'1%) � rapidamente escreta immodificata nelle urine e nella bile in uguale proporzione; il resto della dose � escreto con le feci.
La semivita � considerata uguale ad 80 minuti.

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice].

La tossicit� acuta del SCG � stata studiata a fondo in varie specie animali: ratto, topo, coniglio, cavia, scimmia, criceto, cane.
I valori di DL50 dopo somministrazione i.p., s.c., os, i.v.
sono compresi tra 2000-4000 mg/kg; in particolare dopo somministrazione orale (nel topo e nel ratto) non si otteneva alcun decesso alla dose di 8000 mg/kg.
Gli studi di tossicit� cronica condotti per via orale, i.v.
ed inalatoria hanno confermato l'ottima tollerabilit� del prodotto.
Non sono stati osservati effetti tossici sul ciclo riproduttivo.

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - [Vedi Indice].

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice].

Capsule: gelatina Bustine 250 mg: saccarosio, essenza banana polvere Bustine 500 mg: saccarosio

06.2 Incompatibilit� - [Vedi Indice].

Non note.

06.3 Periodo di validit� - [Vedi Indice].

Capsule e bustine: 4 anni dalla data di produzione riportata sulla confezione.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice].

Conservare in luogo fresco ed asciutto.

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice].

Capsule: blister in PVC termosaldato ad un foglio di alluminio - Blister 20 capsule da mg 100 Bustine: accoppiato per granulati composto da carta/alluminio/polietilene - Astuccio 12 bustine da mg 250 - Astuccio 6 bustine da mg 500

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice].

Capsule: il contenuto in polvere delle capsule, ove necessario, pu� anche essere sospeso in acqua. Bustine: versare il contenuto delle bustine in mezzo bicchiere d'acqua.
Agitare la soluzione nel cavo orale per qualche secondo prima di deglutire.

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

SEARLE FARMACEUTICI Divisione della MONSANTO ITALIANA S.p.A.
Via Tobagi n.
8, Peschiera Borromeo (MI)

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

20 capsule da mg 100 AIC n.
024859011 12 bustine da mg 250 AIC n.
024859035 6 bustine da mg 500 AIC n.
024859047

09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO - [Vedi Indice].

Da vendersi dietro presentazione di ricetta medica.

10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice].

20 capsule da mg 100 marzo 1983/giugno 2000 12 bustine da mg 250 marzo 1983/giugno 2000 6 bustine da mg 500 aprile 1991/giugno 2000

11.0 TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90 - [Vedi Indice].

-----

12.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO - [Vedi Indice].

Giugno 2000

 

home

 


Ultimo aggiornamento: 15/12/2012
carloanibaldi.com - Copyright � 2000-2012 - Anibaldi.it@Network - Tutti i diritti riservati.
[http://www.carloanibaldi.com/terapia/schede/summary.htm]