Metformina EG 1000mg compresse
torna all'INDICE farmaci


Google  CERCA FARMACI NEL SITO

  www.carloanibaldi.com

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE
02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
04.5 Interazioni
04.6 Gravidanza e allattamento
04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE
05.1 Proprietà farmacodinamiche
05.2 Proprietà farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilità
06.3 Periodo di validità
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
08.0 NUMERI DELLE AUTORIZZAZIONI ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
10.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE -[Vedi Indice].

Metformina EG 1000 mg Compresse rivestite con film

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice].

Ciascuna compressa rivestita con film contiene 780 mg di metformina , come 1000 mg di metformina cloridrato. Per gli eccipienti, vedere paragrafo 6.1.

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice].

Compresse rivestite con film Le compresse rivestite con film sono bianche, oblunghe, con linee di incisione su entrambi i lati (forma a snap-tab)

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - [Vedi Indice].

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice].

Trattamento del diabete mellito di tipo 2, negli adulti in particolare nei pazienti in sovrappeso, quando il regime dietetico e l’attività fisica da soli non consentono un controllo adeguato della glicemia. - Negli adulti, Metformina EG 1000 mg Compresse rivestite con film può essere impiegata come monoterapia, oppure in combinazione con altri antidiabetici orali, o con l’insulina. - Nei bambini da 10 anni di età e negli adolescenti, Metformina EG 1000 mg Compresse rivestite con film può essere impiegata come monoterapia, o con l’insulina. Nei pazienti in sovrappeso con diabete di tipo 2, trattati con metformina come terapia di prima linea dopo il fallimento del regime dietetico, è stata riscontrata una riduzione delle complicanze del diabete (vedere 5.1 'Proprietà farmacodinamiche').

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice].

Adulti Monoterapia e combinazione con altri antidiabetici orali La dose iniziale abituale varia tra 500 mg (1/2 compressa di Metformina EG 1000 mg Compresse rivestite con film) e 850 mg di metformina cloridrato 2 o 3 volte al giorno, durante o dopo i pasti. Dopo 10 – 15 giorni, si consiglia di modificare la dose in rapporto ai livelli glicemici.
Un lento aumento della dose può migliorare la tollerabilità gastrointestinale. La dose giornaliera massima consigliata corrisponde a 3 g di metformina cloridrato. Se si intende iniziare il trattamento con metformina dopo una terapia con un altro antidiabetico orale: interrompere l’assunzione dell’altro antidiabetico e iniziare il trattamento con metformina alla dose indicata. 1 Combinazione con l’insulina La metformina e l’insulina possono essere prescritte insieme, al fine di ottenere un migliore controllo della glicemia.
La metformina viene somministrata alla dose iniziale abituale di 500 mg (1/2 compressa di Metformina EG 1000 mg Compresse rivestite con film) e 850 mg di metformina cloridrato due o tre volte al giorno, mentre il dosaggio dell’insulina verrà stabilito in base ai livelli glicemici. Anziani A causa della possibile riduzione della funzionalità renale nei pazienti anziani, si consiglia di adeguare il dosaggio di metformina cloridrato alla funzionalità renale.
In questi pazienti è pertanto necessario un controllo regolare della funzionalità renale (vedere sezione 4.4 'Avvertenze speciali ed opportune precauzioni d’impiego'). Bambini ed adolescenti Monoterapia e combinazione con insulina Metformina EG 1000 mg Compresse rivestite con film può essere impiegata nei bambini da 10 anni di età e negli adolescenti. La dose iniziale abituale varia tra 500 mg (1/2 compressa di Metformina EG 1000 mg Compresse rivestite con film) e 850 mg di metformina cloridrato una volta al giorno, durante o dopo i pasti. Dopo 10 – 15 giorni, si consiglia di modificare la dose in rapporto ai livelli glicemici.
Un lento aumento della dose può migliorare la tollerabilità gastrointestinale.
La dose giornaliera massima consigliata di metformina cloridrato è di 2 g, suddivisi in 2.3 dosi. Istruzioni per l’uso A causa della forma a snap-tab, le compresse rivestite con film possono essere divise, come per le altre compresse, a mani nude o posizionando la linea di divisione più grande verso il basso su una superficie dura e piatta e applicando una pressione col pollice.

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice].

<

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice].

d’impiego'). -   Malattie acute o croniche che possono provocare un’ipossia tissutale, quali l’insufficienza respiratoria e cardiaca, l’infarto miocardico recente, lo shock. -   Insufficienza epatica, intossicazione acuta da alcool, alcoolismo. -   Allattamento. 4.4.
Avvertenze speciali e opportune precauzioni d’impiego Acidosi lattica L’acidosi lattica è una complicanza metabolica rara, ma grave (con un’alta mortalità in assenza di trattamento immediato), che può verificarsi in seguito all’accumulo di metformina.
I casi di acidosi lattica documentati nei pazienti trattati con metformina si sono verificati soprattutto in pazienti diabetici con una grave insufficienza renale.
L’incidenza dell’acidosi lattica può e deve essere ridotta mediante l’accertamento degli altri fattori di 2 rischio associati (come il diabete mal controllato, la chetonemia, il digiuno, l’eccessivo consumo di alcool, l’insufficienza epatica e qualsiasi condizione associata all’ipossia). Diagnosi: L’acidosi lattica è caratterizzata da una dispnea acidosica, da dolori addominali e ipotermia, seguiti dal coma.
I reperti degli esami di laboratorio comprendono: pH ematico ridotto, livelli plasmatici di lattato superiori a 5 mmol/l e aumento del gap anionico e del rapporto lattato/piruvato.
In caso di sospetta acidosi metabolica, sospendere la somministrazione di metformina e ricoverare immediatamente il paziente (vedere 4.9 'Sovradosaggio'). Funzionalità renale: Poiché la metformina viene escreta dal rene, è necessario determinare i livelli sierici della creatinina, prima dell’inizio del trattamento e a trattamento avviato a intervalli regolari: -   almeno una volta all’anno nei pazienti con funzionalità renale normale -   almeno due o quattro volte all’anno nei pazienti con livelli sierici di creatinina ai limiti superiori della norma e negli anziani. Nei pazienti anziani, una funzionalità renale ridotta è frequente e asintomatica.
Occorre particolare cautela in tutte le situazioni in cui la funzionalità renale può risultare alterata (ad esempio, all’inizio di un trattamento antipertensivo o diuretico, e all’inizio di una terapia con farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS). Somministrazione di mezzi di contrasto iodati: Poiché la somministrazione intravascolare di mezzi di contrasto iodati per indagini radiologiche può provocare un’insufficienza renale, la somministrazione di metformina cloridrato deve essere sospesa prima o al momento dell’indagine e può essere ripresa non prima di 48 ore dopo l’indagine stessa, e solo dopo che sia stato eseguito un ulteriore esame della funzionalità renale con reperto nell’ambito della norma. Interventi chirurgici: Sospendere la somministrazione di metformina cloridrato 48 ore prima di un intervento chirurgico programmato, da eseguirsi in anestesia generale, spinale o peridurale.
Riprendere il trattamento non prima di 48 ore dopo l’intervento o dopo la ripresa dell’alimentazione orale, e solo dopo che sia stata verificata una normale funzionalità renale. Bambini e adolescenti: La diagnosi per il diabete mellito di tipo 2 deve essere confermata prima di iniziare il trattamento con metformina. Non sono stati evidenziati effetti di metformina sulla crescita e sulla pubertà durante studi clinici controllati della durata di un anno ma non sono disponibili dati a lungo termine per questi casi.
Perciò si raccomanda un attento follow-up post-marketing dell’effetto di metformina su questi parametri in bambini trattati e specialmente in adolescenti prima della pubertà. Bambini tra i 10 e 12 anni: Solamente 15 soggetti tra 10 e 12 anni furono inclusi in studi clinici controllati eseguiti su bambini adolescenti.
Benché l’efficacia e la sicurezza di metformina in bambini al di sotto dei 12 anni non differisce da quella in adolescenti di maggiore età, si consiglia di usare cautela nel prescrivere a bambini tra i 10 e 12 anni. 3 Altre precauzioni: Tutti i pazienti devono continuare a seguire il loro regime dietetico, con una distribuzione adeguata dell’assunzione dei carboidrati nell’arco della giornata.
I pazienti in sovrappeso devono continuare la loro dieta con un apporto energetico ridotto. Gli abituali esami di laboratorio per il monitoraggio del diabete devono essere eseguiti regolarmente. La metformina da sola non provoca mai un’ipoglicemia, ma è richiesta prudenza se viene impiegata in combinazione con l’insulina o con le sulfoniluree.

04.5 Interazioni - [Vedi Indice].

Combinazioni sconsigliate Alcool Nell’intossicazione alcoolica acuta esiste un rischio aumentato di acidosi lattica, soprattutto in caso di: -   digiuno o malnutrizione; -   insufficienza epatica. Evitare il consumo di alcool e di medicinali contenenti alcool. Mezzi di contrasto iodati La somministrazione intravascolare di mezzi di contrasto iodati può provocare un’insufficienza renale, con conseguente accumulo di metformina e aumento del rischio di acidosi lattica.
Pertanto, la somministrazione di metformina cloridrato deve essere sospesa prima o al momento dell’indagine e può essere ripresa non prima di 48 ore dopo l’indagine stessa, e solo dopo che sia stato eseguito un ulteriore esame della funzionalità renale con reperto nell’ambito della norma. Combinazioni che richiedono specifiche precauzioni d’impiego I glucocorticoidi (somministrati sia per via sistemica che locale), i ß2 agonisti ed i diuretici possiedono un effetto intrinseco iperglicemizzante.
Informare il paziente e controllare la glicemia con maggiore frequenza, soprattutto all’inizio del trattamento.
Se necessario, modificare il dosaggio del medicinale antidiabetico nel corso e oltre il termine del trattamento con l’altro medicinale. Gli inibitori ACE possono abbassare la glicemia.
Se necessario, modificare il dosaggio del medicinale antidiabetico nel corso e oltre il termine del trattamento con l’altro medicinale.

04.6 Gravidanza e allattamento - [Vedi Indice].

Uso durante la gravidanza Al momento attuale non sono disponibili dati epidemiologici di rilievo.
Gli studi condotti sugli animali non indicano effetti dannosi relativi alla gravidanza, allo sviluppo embrionale e fetale, al parto e allo sviluppo post-natale (vedere 5.3 'Dati preclinici di sicurezza'). Durante la gravidanza e se una paziente sta programmando una gravidanza, il diabete non deve essere trattato con metformina, ma con l’insulina, che deve essere somministrata per mantenere i livelli glicemici il più possibile vicini alla norma, al fine di ridurre il rischio di comparsa di malformazioni fetali associate a livelli glicemici anomali. 4 Uso durante l’allattamento Nei ratti, metformina viene secreta nel latte.
Per la specie umana non sono disponibili dati simili, e pertanto è necessario scegliere se interrompere l’allattamento o interrompere la somministrazione di metformina, tenendo in considerazione l’importanza del principio attivo per la paziente.

04.7 Effetti sulla capacità di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice].

La monoterapia con metformina cloridrato non provoca un’ipoglicemia e pertanto non influisce sulla capacità di guidare veicoli o di utilizzare macchinari.
Tuttavia, i pazienti devono essere coscienti del rischio di comparsa di un’ipoglicemia se metformina viene usata in combinazione con altri antidiabetici (sulfoniluree, insulina, repaglinide).

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice].

I seguenti effetti indesiderati possono verificarsi durante il trattamento con Metformina EG 1000 mg Compresse rivestite con film.
Le frequenze sono così definite: molto comuni >1/10; comuni >1/100,<1/10; non comuni > 1/1000, < 1/100; rare > 1/10.000, < 1/1000; Molto rare <1/10.000 e casi isolati. Alterazioni del metabolismo e della nutrizione Molto rari: si è osservato una diminuzione dell’assorbimento di vitamina B12 e dei suoi livelli sierici in pazienti trattati a lungo termine con metformina.
Si raccomanda di considerare l’eziologia se il paziente riporta anemia megaloblastica. Molto rari: acidosi lattica (0.03 casi/1.000 anni paziente; vedere 4.4.
“Avvertenze speciali e opportune precauzioni d’impiego”). Alterazioni del sistema nervoso Comuni: alterazioni del gusto Alterazioni dell’apparato gastrointestinale Molto comuni: nausea, vomito, diarrea, dolori addominali e inappetenza.
Questi effetti indesiderati compaiono con maggiore frequenza all’inizio della terapia e nella maggior parte dei casi regrediscono spontaneamente.
Per evitare la comparsa dei sintomi gastrointestinali si raccomanda di somministrare metformina in 2 o 3 dosi giornaliere, durante o dopo i pasti.
Anche un lento aumento della dose può migliorare la tollerabilità gastrointestinale. Alterazioni della cute e del tessuto sottocutaneo Molto rari: reazioni della cute come eritema, prurito, ed orticaria. Alterazioni del sistema epatobiliare Casi isolati: test anormali della funzionalità epatica o epatite che guarisce dopo interruzione della terapia. Nei dati pubblicati come nei dati post-marketing e in studi clinici controllati condotti su una popolazione pediatrica limitata tra 10 e 16 anni trattati per un anno, gli eventi avversi sono risultati simili sia per natura che per gravità a quelli documentati per adulti.

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice].

Fino ad una dose di metformina pari a 85 g, non è mai stata osservata un’ipoglicemia, mentre la comparsa di acidosi lattica, in queste condizioni, è possibile.
Un sovradosaggio molto accentuato di metformina, o la presenza di fattori di rischio concomitanti, possono 5 provocare un’acidosi lattica.
L’acidosi lattica rappresenta un’emergenza medica e deve essere trattata in ospedale.
Il metodo più efficace per rimuovere il lattato e la metformina dall’organismo è l'emodialisi.

05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE - [Vedi Indice].

05.1 Proprietà farmacodinamiche - [Vedi Indice].

Farmaci ipoglicemizzanti orali, biguanidi Codice ATC: A10BA02 La metformina è una biguanide dall’effetto anti-iperglicemizzante, che riduce i livelli glicemici sia basali che postprandiali.
Non stimola la secrezione dell’insulina e perciò non provoca ipoglicemia. La metformina agisce probabilmente attraverso tre meccanismi differenti: (1) riduzione della produzione epatica di glucosio attraverso l’inibizione della gluconeogenesi e della glicogenolisi; (2) nel muscolo, mediante l’aumento della sensibilità all’insulina e il miglioramento dell’uptake e dell’utilizzo del glucosio a livello periferico; (3) rallentamento dell’assorbimento del glucosio a livello intestinale. La metformina stimola la sintesi intracellulare del glicogeno mediante l’azione sulla glicogeno-sintetasi. Inoltre, la metformina migliora la capacità di trasporto di tutti i tipi di trasportatori di membrana del glucosio noti al giorno d’oggi (GLUTS). Nell’uomo, indipendentemente dalla sua azione sulla glicemia, la metformina ha un effetto favorevole sul metabolismo lipidico.
Ciò è stato dimostrato con dosi terapeutiche in studi clinici controllati, condotti a medio o a lungo termine: la metformina riduce il livello del colesterolo totale, del colesterolo LDL e dei trigliceridi. Efficacia clinica: Uno studio prospettico randomizzato (UKPDS) ha dimostrato l’efficacia a lungo termine di un controllo intensivo della glicemia nel diabete di tipo 2.
L’analisi dei risultati ottenuti con i pazienti in sovrappeso trattati con metformina dopo il fallimento delle sole misure dietetiche ha mostrato: -   una riduzione significativa del rischio assoluto di comparsa di qualsiasi complicanza correlata al diabete nel gruppo di metformina (29,8 eventi/1000 anni paziente) rispetto alla sola dieta (43,3 eventi/1000 anni paziente), p=0,0023, e rispetto ai gruppi combinati della monoterapia con sulfonilurea o con insulina (40,1 eventi/1000 anni paziente), p=0,0034; -   una riduzione significativa del rischio assoluto di mortalità correlata al diabete: metformina 7,5 eventi/1000 anni paziente rispetto alla sola dieta 12,7 eventi/1000 anni paziente, p=0,017; -   una riduzione significativa del rischio assoluto di mortalità generale: metformina 13,5 eventi/1000 anni paziente rispetto alla sola dieta 20,6 eventi/1000 anni paziente (p=0,011) e rispetto ai gruppi combinati della monoterapia con sulfonilurea o insulina 18,9 eventi/1000 anni paziente (p=0,021); 6 -   una riduzione significativa del rischio assoluto di infarto miocardico: metformina 11 eventi/1000 anni paziente, rispetto alla sola dieta 18 eventi/1000 anni paziente (p=0,01). Per metformina usata come terapia di seconda linea, in combinazione con una sulfonilurea, non è stato dimostrato alcun beneficio riguardo all’evoluzione clinica. Nel diabete di tipo 1, in pazienti selezionati è stata usata la combinazione di metformina con insulina, ma non è ancora stato verificato un eventuale beneficio clinico. In studi clinici controllati condotti su una limitata popolazione pediatrica tra i 10 e 16 anni trattati per un anno si è dimostrata una risposta simile a quella osservata negli adulti per il controllo glicemico.

05.2 Proprietà farmacocinetiche - [Vedi Indice].

Assorbimento Dopo la somministrazione di una dose orale di metformina, Tmax corrisponde a 2,5 ore.
La biodisponibilità assoluta di una compressa di metformina cloridrato rivestita con film da 500 mg o 850 mg è approssimativamente del 50-60 % nei soggetti sani.
Dopo la somministrazione di una dose orale, la frazione non assorbita ed escreta con le feci era pari al 20-30 %. Dopo una somministrazione orale, l’assorbimento di metformina è saturabile e incompleto. Si suppone che la farmacocinetica dell’assorbimento di metformina sia di tipo non lineare. Alle dosi raccomandate e attenendosi agli schemi di dosaggio abituali, le concentrazioni plasmatiche allo steady state vengono raggiunte entro 24 – 48 ore e sono generalmente inferiori a 1 µg/ml. In studi clinici controllati, i livelli plasmatici massimi di metformina (Cmax) non hanno mai superato i 4 µg/ml, neanche alla dose massima. L’assunzione di cibo riduce e rallenta leggermente l’assorbimento di metformina.
Dopo la somministrazione di una dose di 850 mg di metformina cloridrato sono stati osservati: una riduzione del picco della concentrazione plasmatica del 40 %, una diminuzione del 25 % dell’AUC (area sotto la curva) e un prolungamento di 35 minuti del tempo trascorso prima del raggiungimento del picco della concentrazione plasmatica.
La rilevanza clinica di questi dati è ancora sconosciuta. Distribuzione Il legame con le proteine plasmatiche è trascurabile.
La metformina si distribuisce all’interno degli eritrociti.
Il picco ematico è minore rispetto al picco plasmatico e viene raggiunto dopo un tempo approssimativamente uguale.
Gli eritrociti rappresentano probabilmente un compartimento di distribuzione secondario.
Il volume medio di distribuzione (Vd) era compreso tra 63 e 276 l. Metabolismo: La metformina viene escreta, inalterata, nelle urine.
Nell’uomo non é stato identificato alcun metabolita. Eliminazione 7 La clearance renale di metformina è >400 ml/min, il che significa che la sostanza viene eliminata mediante filtrazione glomerulare e secrezione tubulare.
Dopo la somministrazione di una dose orale, l’emivita di eliminazione terminale corrisponde a circa 6,5 ore.
Quando la funzionalità renale è compromessa, la clearance renale diminuisce in proporzione a quella della creatinina, e pertanto l’emivita di eliminazione apparente è prolungata; ne consegue un aumento della concentrazione di metformina nel plasma. Pediatria: Studi a dose singola: in pazienti pediatrici si è dimostrato un profilo farmacocinetico similare a quello osservato nei soggetti adulti sani dopo dosi singole di 500mg di metformina cloridrato. Studi a dose ripetuta: vi è solo uno studio disponibile.
La concentrazione plasmatica massima (Cmax) e l’esposizione sistemica (AUC 0-t) in pazienti pediatrici dopo dosi ripetute di 500 mg per 7 giorni, sono risultate ridotte del 33% e 40% circa rispettivamente se paragonati ad adulti diabetici che avevano ricevuto dosi ripetute di 500 mg per 14 giorni. Dal momento che la dose è individuata in base al controllo glicemico, questo risultato ha una limitata rilevanza clinica.

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice].

I dati preclinici rivelano assenza di rischi per gli esseri umani sulla base di studi convenzionali di farmacologia di sicurezza, tossicità per somministrazioni ripetute, genotossicità, potenziale cancerogeno, tossicità riproduttiva.

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - [Vedi Indice].

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice].

Ipromellosa, Macrogol 6000, Magnesio stearato, Povidone K25, Titanio diossido (E171).

06.2 Incompatibilità - [Vedi Indice].

Non pertinente.

06.3 Periodo di validità - [Vedi Indice].

3 anni.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice].

Questo medicinale non richiede alcuna speciale condizione di conservazione.

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice].

ND

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice].

in blister.
(Blister in PVC/alluminio o blister in PVC/PVDC/alluminio) È possibile che non tutte le confezioni siano commercializzate.

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

EG S.p.A Via D.
Scarlatti, 31 20124 Milano Italia 8

08.0 NUMERI DELLE AUTORIZZAZIONI ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 15 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
019/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 20 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
021/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 30 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
033/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 50 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
045/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 60 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
058/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 90 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
060/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 100 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
072/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 120 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
084 /M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 150 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
096 /M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 200 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
108 /M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 600 compresse PVC/Al AIC n.
037040 .
110/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 15 compresse PVC/PVDC/Al AIC n.
037040 .
122 /M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 20 compresse PVC/PVDC /Al AIC n.
037040 .
134 /M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 30 compresse PVC/PVDC /Al AIC n.
037040 .
146 /M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 50 compresse PVC/PVDC /Al AIC n.
037040 .
159 /M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 60 compresse PVC/PVDC /Al AIC n.
037040 .
161/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 90 compresse PVC/PVDC /Al AIC n.
037040 .
173 /M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 100 compresse PVC/PVDC /Al AIC n.
037040 .
185/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 120 compresse PVC/PVDC /Al AIC n.
037040 .
197/M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 150 compresse PVC/PVDC /Al AIC n.
037040 .
209 /M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 200 compresse PVC/PVDC /Al AIC n.
037040 .
211 /M METFORMINA EG 1000 mg Compresse rivestite con film 600 compresse PVC/PVDC /Al AIC n.
037040 .
223 /M

09.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice].

2 Agosto 2006

10.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO - [Vedi Indice].

9

 

home

 


Ultimo aggiornamento: 15/12/2012
carloanibaldi.com - Copyright © 2000-2012 - Anibaldi.it@Network - Tutti i diritti riservati.
[http://www.carloanibaldi.com/terapia/schede/summary.htm]