Ridiodent
torna all'INDICE farmaci


Google  CERCA FARMACI NEL SITO

  www.carloanibaldi.com

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE
02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
04.5 Interazioni
04.6 Gravidanza e allattamento
04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE
05.1 Propriet� farmacodinamiche
05.2 Propriet� farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilit�
06.3 Periodo di validit�
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO
10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
11.0 TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90
12.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE -[Vedi Indice].

RIDIODENT

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice].

- Principi attivi Sodio fluoruro 0,00021 g, Cetilpiridinio cloruro 0.025 g, Borace 0,700 g.

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice].

Concentrato per collutorio

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - [Vedi Indice].

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice].

Coadiuvante nella profilassi della carie e nella inibizione della placca batterica.

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice].

Usando il tappo di chiusura come dosatore versarne una o due dosi in un bicchiere e diluire con acqua a piacere. Sciacquare poi la bocca una-due volte al giorno avendo cura di far passare il liquido fra gli spazi interdentali. Non superare le dosi consigliate.

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice].

Ipersensibilit� verso i componemti. Da non usare nei bambini al di sotto dei 6 anni.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice].

Il prodotto � solo per uso locale.
L�uso specie prolungato dei prodotti per uso topico pu� dare origine a fenomeni di sensibilizzazione; in tal caso interrompere il trattamento per istituire idonea terapia. Non usare per trattamenti prolungati; dopo breve periodo di trattamento senza risultati apprezzabili consultare il Medico. Il collutorio se accidentalmente ingerito o se impiegato per lungo periodo a dosi eccessive pu� determinare fenomeni tossici.
Esso va quindi tenuto lontano dalla portata dei bambini. Evitare il contatto con gli occhi.

04.5 Interazioni - [Vedi Indice].

Evitare l�uso contemporaneo di altri antisettici.

04.6 Gravidanza e allattamento - [Vedi Indice].

Non esistono controindicazioni.

04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice].

Nessuno

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice].

E� possibile il verificarsi, in qualche caso, di intolleranza (bruciore o irritazione) peraltro priva di conseguenze che non richiede modifiche del trattamento.

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice].

L�ingestione accidentale pu� provocare nausea e vomito.
I sintomi di intossicazione conseguenti l�ingestione di quantit� rilevanti di composti ammonici quaternari comprendono dispnea, cianosi, asfissia, conseguenti alla paralisi dei muscoli respiratori, depressione del SNC, ipotensione e coma. Nell�uomo la dose letale stimata � ca 1.3 g .
Il trattamento dell�avvelenamento � sintomatico: somministrazione, se necessario, dei lenitivi.
Evitare emesi e lavanda gastrica.

05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE - [Vedi Indice].

05.1 Propriet� farmacodinamiche - [Vedi Indice].

Elemento essenziale ed indispensabile alla formazione della apatite biologica � il fluoro che oltre catalizzare la creazione di legami tra apatite minerale e matrice organica, in qualit� di antienzima, inibisce l�idrolisi diastasica dei carboidrati, riducendo cos� la formazione di quegli acidi-organici (lattico e piruvico) che provocano la decalcificazione dentale e quindi l�inizio del processo carioso. Cetilpiridinio cloruro quale disinfettante ammonico quaternario ha la possibilit� di dissociarsi in anioni inattivi e cationi dotati di attivit� battericida su germi gram-positivi e gram-negativi. Il Sodio Borato svolge attivit� batteriostatica e fungistatica.

05.2 Propriet� farmacocinetiche - [Vedi Indice].

Il Borace si comporta similmente all�Ac.
Borico che risulta essere assorbito dal tratto gastro- intestinale , dalla cute lesa, dalle ferite e dalle membrane mucose.
Non penetra invece facilmente attraverso la cute integra.
Il picco ematico dopo ingestione si ha entro 1.2 ore ; l�emivita � di 5.10.
Non viene metabolizzato ma escreto immodificato prevalentemente dal rene: il 50% entro 12 ore il rimanente nell�arco di 5.7 gg. La lenta eliminazione pu� essere responsabile di fenomeni tossici di accumulo per esposizioni ripetute.
Il Fluoruro di sodio � rapidamente assorbito nel tratto gastrointestinale ed escreto nelle urine e in piccole quantit� nelle feci e nel sudore: diffonde attraverso la placenta ed � presente nella saliva, nelle unghie e nei capelli.

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice].

RIDIODENT collutorio ed i suoi principi attivi sono stati saggiati sul piano tossicologico e somministrati per via orale nel topo e nel ratto, con risultati praticamente atossici. RIDIODENT somministrato quotidianamente per 28 gg al ratto non ha provocato alcuna variazione della curva di crescita, della morfologia del sangue, dei parametri ematochimici, dei valori della transaminasi e dell�esame delle urine.

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - [Vedi Indice].

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice].

Saccarina - Alcool etilico - Tintura Mirra - Glicerolo - Aroma mentolato - Acqua

06.2 Incompatibilit� - [Vedi Indice].

Il prodotto � incompatibile con saponi e altri tensioattivi anionici, sali di calcio e magnesio, sali di alcaloidi, cloruro mercurico, zinco solfato e altri sali di metalli.

06.3 Periodo di validit� - [Vedi Indice].

5 anni

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice].

Conservare il flacone ben chiuso al riparo dalla luce e dal calore.

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice].

Flacone in politene alta densit� da 130 ml con capsula moplen ed astuccio litografato.

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice].

Usando il tappo di chiusura come dosatore versarne una o due dosi in un bicchiere e diluire con acqua a piacere. Sciacquare poi la bocca una-due volte al giorno avendo cura di far passare il liquido fra gli spazi interdentali. Non superare le dosi consigliate.

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

GIOVANNI OGNA & FIGLI S.p.A.
- Milano - Viale Zara n.23 Officina di produzione e controllo GIOVANNI OGNA & FIGLI S.p.A.
Laboratori Farmaceutici Via Figini n.41 - 20053 MUGGIO� (Mi)

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

IN COMMERCIO - A.I.C.
n.029635012

09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO - [Vedi Indice].

Medicinale di automedicazione non soggetto a prescrizione medica.

10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice].

12.10.1998

11.0 TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90 - [Vedi Indice].

Non soggetto

12.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO - [Vedi Indice].

31/03/98

 

home

 


Ultimo aggiornamento: 15/12/2012
carloanibaldi.com - Copyright � 2000-2012 - Anibaldi.it@Network - Tutti i diritti riservati.
[http://www.carloanibaldi.com/terapia/schede/summary.htm]