Somavert
torna all'INDICE farmaci


Google  CERCA FARMACI NEL SITO

  www.carloanibaldi.com

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE
02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
04.5 Interazioni
04.6 Gravidanza e allattamento
04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE
05.1 Propriet� farmacodinamiche
05.2 Propriet� farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilit�
06.3 Periodo di validit�
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
08.0 NUMERI DELLE AUTORIZZAZIONI ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
10.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE -[Vedi Indice].

SOMAVERT 10 mg polvere e solvente per soluzione iniettabile.

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice].

Ogni flaconcino contiene 10 mg di pegvisomant. Dopo ricostituzione, 1 ml di soluzione contiene 10 mg di pegvisomant.
Pegvisomant � prodotto con la tecnica del DNA ricombinante usando E.
Coli.
Per l�elenco completo degli eccipienti vedere paragrafo 6.1

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice].

Polvere e solvente per soluzione iniettabile. La polvere � da bianca a leggermente biancastra.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - [Vedi Indice].

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice].

Trattamento di pazienti con acromegalia, che non hanno risposto in modo adeguato ad intervento chirurgico e/o a radioterapia, e per i quali un' appropriata terapia farmacologica con analoghi della somatostatina si � dimostrata inefficace nel normalizzare le concentrazioni di IGF-1 o � risultata non tollerata.

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice].

Il trattamento deve iniziare sotto la supervisione di un Medico con esperienza nel trattamento dell'acromegalia. Per i differenti regimi posologici sono disponibili i seguenti dosaggi: SOMAVERT 10 mg, SOMAVERT 15 mg e SOMAVERT 20 mg. Per istruzioni sulla preparazione, vedere pagarafo 6.6.
Una dose iniziale di 80 mg di pegvisomant deve essere somministrata per via sottocutanea sotto controllo medico.
Successivamente devono essere somministrati una volta al giorno mediante iniezione sottocutanea SOMAVERT 10 mg, ricostituito in 1 ml di solvente. Il sito di inizione deve essere cambiato giornalmente per prevenire la formazione di lipoipertrofia.
Aggiustamenti posologici devono essere basati sui livelli serici di IGF-I. Le concentrazioni sieriche di IGF-I sierico devono essere misurate ogni quattro - sei settimane e la dose deve essere adeguata con incrementi di 5 mg/giorno per mantenere la concentrazione sierica di IGF-I nei limiti di normalit� per l�et� e per mantenere una ottimale risposta terapeutica. La dose massima non deve superare i 30 mg/giorno. Pazienti anziani Non � richiesto alcun aggiustamento della dose. Pazienti pediatrici Non c�� esperienza sull�uso nei bambini. Pazienti con funzionalit� epatica o renale compromessa Non sono state stabilite la sicurezza e l�efficacia di SOMAVERT in pazienti con insufficienza renale o epatica.

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice].

Ipersensibilit� al principio attivo o ad uno qualsiasi degli eccipienti.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice].

Tumori ipofisari GH secernenti possono talvolta espandersi causando gravi complicazioni (es.
alterazioni del campo visivo).
Il trattamento con SOMAVERT non riduce le dimensioni della massa tumorale.
Tutti i pazienti affetti da questi tumori devono essere attentamente controllati al fine di evitare qualsiasi eventuale progressione delle dimensioni della massa tumorale durante il trattamento. SOMAVERT � un potente antagonista dell�azione dell�ormone della crescita.
La somministrazione di SOMAVERT pu� causare una condizione di deficit di ormone della crescita, nonostante la presenza di elevati livelli sierici dello stesso.
Le concentrazioni sieriche di IGF-I devono essere monitorate e mantenute nei limiti di normalit� relativi all�et� del paziente mediante aggiustamento della dose di SOMAVERT. Le concentrazioni sieriche di alanina aminotransferasi (ALT) e di aspartato transaminasi (AST) devono essere controllate ad intervalli di 4.6 settimane per i primi sei mesi di trattamento con SOMAVERT o in qualsiasi momento in pazienti con evidenti sintomi di epatite.
Devono essere escluse evidenze di tipo ostruttivo del tratto biliare in pazienti con innalzamenti di ALT e AST o in pazienti trattati in precedenza con qualsiasi analogo della somatostatina.
La somministrazione di SOMAVERT deve essere interrotta se persistono segni di malattia epatica. Gli studi condotti con SOMAVERT in pazienti diabetici trattati sia con insulina o con farmaci ipoglicemizzanti orali hanno evidenziato in questa popolazione il rischio di ipoglicemia.
Quindi nei pazienti acromegalici con diabete mellito, pu� essere necessaria una riduzione della dose di insulina o di farmaci ipoglicemizzanti.
(vedere anche paragrafo 4.5). I benefici terapeutici di una riduzione della concentrazione di IGF-I che si manifestano nel miglioramento delle condizioni cliniche del paziente, potrebbero potenzialmente aumentare la fertilit� nelle pazienti femmine.
Se necessario, le pazienti devono essere informate di usare un contraccettivo adeguato.
Il trattamento con SOMAVERT non � raccomandato durante la gravidanza (vedere anche paragrafo 4.6).

04.5 Interazioni - [Vedi Indice].

Non sono stati eseguiti studi di interazione.
Si deve valutare se proseguire il trattamento con gli analoghi della somatostatina.
L�uso di SOMAVERT in combinazione ad altri medicinali per il trattamento dell�acromegalia non � stato studiato in modo approfondito. I pazienti in trattamento con insulina o con farmaci ipoglicemizzanti orali possono necessitare di una riduzione della dose di questi medicinali a causa dell�effetto di pegvisomant sulla sensibilit� dell�insulina.
(vedere paragrafo 4.4). SOMAVERT � strutturalmente molto simile all�ormone della crescita, � pertanto possibile una reazione crociata con i dosaggi di ormone della crescita disponibili in commercio.Dato che le concentrazioni plasmatiche terapeuticamente efficaci di SOMAVERT, sono da 100 a 1000 volte superiori alle effettive concentrazioni plasmatiche di ormone della crescita riscontrate negli acromegalici, le determinazioni delle concentrazioni plasmatiche di ormone delle crescita risulterebbero riportate in modo falsato nei dosaggi dell�ormone della crescita in commercio.
Il trattamento con SOMAVERT non deve quindi essere monitorato o modificato sulla base delle concentrazioni plasmatiche di ormone della crescita risultanti da tali determinazioni.

04.6 Gravidanza e allattamento - [Vedi Indice].

Per pegvisomant non sono disponibili dati clinici relativi a pazienti in gravidanza. Risultano insufficienti gli studi negli animali rispetto agli effetti sulla gravidanza, sullo sviluppo embrionale/fetale, sul parto o sullo sviluppo postatale (vedere paragrafo 5.3). Non � noto il rischio potenziale per l'uomo. SOMAVERT non deve essere utilizzato durante la gravidanza se non in caso di assoluta necessit� (vedere anche paragrafo 4.4) Uso durante l'allattamento L�escrezione di pegvisomant nel latte materno non � stata studiata negli animali.
I dati clinici sono troppo limitati (un caso segnalato) per trarre qualsiasi conclusione sull�escrezione di pegvisomant nel latte materno.
Pertanto, SOMAVERT non deve essere utilizzato durante l�allattamento.
Tuttavia, l�allattamento pu� proseguire se il trattamento con SOMAVERT viene interrotto: questa decisione deve tenere conto del beneficio della terapia con SOMAVERT per la madre e del beneficio dell�allattamento per il bambino.

04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice].

Non sono stati condotti studi per valutare gli effetti sulla capacit� di guidare e di usare macchinari.

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice].

L'elenco sottoriportato riporta le reazioni avverse osservate negli studi clinici. In studi clinici, per pazienti trattati con pegvisomant (n=160), la maggioranza di reazioni avverse a pegvisomant sono state di grado da lieve a moderato, di durata limitata e non � stato necessario interrompere il trattamento. Le reazioni avverse pi� comunemente riportate e considerate correlate a SOMAVERT, osservate in una percentuale ≥ 5% dei pazienti con acromegalia durante gli studi clinici, sono state reazioni al sito di iniezione 11%, sudorazione 7%, mal di testa 6% e astenia 6%. Gli eventi avversi sono elencati secondo le seguenti categorie: Molto comune: ≥ 1/10 Comune: ≥1/100 a <1/10 Non comune: ≥ 1/1.000 a <1/100 Patologie del sistema emolinfopoietico Non comune: trombocitopenia, leucopenia, leucocitosi, tendenza al sanguinamento Patologie del sistema nervoso Comune: cefalea, vertigini, sonnolenza, tremori Non comune: ipoestesia, disgeusia, emicrania, narcolessia Patologie dell'occhio Non comune: astenopia, dolore agli occhi Patologie dell'orecchio e del labirinto Non comune: malattia di Meniere Patologie respiratorie, toraciche e mediastiniche Non comune: dispnea Patologie gastrointestinali Comune: diarrea, stipsi, nausea, vomito, gonfiore addominale, dispepsia, flatulenza Non comune: secchezza della bocca, emorroidi, ipersecrezione salivare, alterazione dentaria Patologie renali e urinarie Non comune: ematuria, proteinuria, poliuria, insufficienza renale Patologie della cute e del tessuto sottocutaneo Comune: sudorazione, prurito, rash cutaneo Non comune: edema facciale, secchezza della cute, contusioni, tendenza all'ecchimosi, sudorazione notturna Patologie del sistema muscoloscheletrico e del tessuto connettivo Comune: artralgia, mialgia, gonfiore delle estremit� Non comune: artrite Disturbi del metabolismo e della nutrizione Comune: ipercolesterolemia, aumento di peso, iperglicemia, fame Non comune: ipertrigliceridemia, ipoglicemia Patologie vascolari Comune: ipertensione Patologie sistemiche e condizioni relative alla sede di somministrazione Comune: sindrome simil-influenzale, senso di fatica, ecchimosi o sanguinamento in sede di iniezione, reazione cutanea in sede di iniezione (inclusa ipersensibilit� nel sito di iniezione), ipertrofia in sede di iniezione (ad es.
lipoipertrofia)* Non comune: edema degli arti inferiori, febbre, debolezza, astenia, alterazione della sensibilit�, anomalia di cicatrizzazione, edema periferico Patologie epatobiliari Comune: alterazioni dei test di funzionalit� epatica (ad es.
aumento delle transaminasi) (vedere paragrafo 4.4) Disturbi psichiatrici Comune: sogni anomali, disturbi del sonno Non comune: collera, apatia, confusione, aumento della libido, attacchi di panico, perdita della memoria a breve termine * Vedere di seguito Ulteriori Informazioni Ulteriori Informazioni La maggioranza delle reazioni nel sito di iniezione sono state caratterizzate da eritemi locali e dolorabilit�, risoltisi spontaneamente con trattamento sintomatico locale, mentre la terapia con SOMAVERT veniva continuata.
Sono stati osservati casi di ipertrofia nel sito di iniezione, inclusa lipoipertrofia. Nel 16,9% di pazienti trattati con SOMAVERT si � osservato lo sviluppo di isolati anticorpi anti ormone della crescita a basso titolo.
Non � noto il significato clinico di questi anticorpi.

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice].

Esiste un�esperienza limitata di sovradosaggio con SOMAVERT.
E� stato riportato un caso di sovradosaggio acuto con somministrazione di 80 mg/giorno per 7 giorni, in cui il paziente ha lamentato un leggero aumento della stanchezza e secchezza delle fauci.
Nella settimana successiva all'interruzione del trattamento le reazioni avverse osservate sono state: insonnia, aumento della fatica, tracce di edema declive, fine tremore ed aumento di peso.
Dopo due settimane dall'interruzione del trattamento, � stata osservata leucocitosi e moderato sanguinamento nel sito di iniezione e di puntura venosa, che sono stati considerati possibilmente correlati a SOMAVERT. In caso di sovradosaggio, la somministrazione di SOMAVERT deve essere interrotta e non dove essere ripristinata finch� i livelli di IGF-I non rientrino entro o sopra il range di normalit�.

05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE - [Vedi Indice].

05.1 Propriet� farmacodinamiche - [Vedi Indice].

Categoria farmacoterapeutica: Altri ormoni del lobo anteriore dell�ipofisi e analoghi, Codice ATC: H01AX01. Pegvisomant � un analogo dell�ormone della crescita umano geneticamente modificato, per essere un antagonista del recettore dell�ormone della crescita. Pegvisomant si lega ai recettori dell�ormone della crescita sulle superfici cellulari dove blocca il legame con l�ormone della crescita e quindi interferisce con la trasduzione del segnale intracellulare dell�ormone della crescita.
Pegvisomant � altamente selettivo per il recettore del GH e non reagisce in modo crociato con altri recettori citochinici, inclusa la prolattina.
L�inibizione dell�azione dell�ormone della crescita con pegvisomant porta ad una diminuzione delle concentrazioni plasmatiche di IGF-I (insulin-like growth factor-I), come anche di altre proteine plasmatiche responsive all�ormone della crescita quali IGF-I �free�, ALS (subunit� acido labile di IGF-I) e IGFBP-3 ( insulin like growth factor binding protein 3). Sono stati trattati pazienti acromegalici (n=112) per 12 settimane nell�ambito di uno studio multicentrico, in doppio cieco, randomizzato, comparativo tra pegvisomant e placebo.
Nel gruppo dei pazienti trattati con pegvisomant durante tutte le visite successive alla basale si sono osservate riduzioni medie di IGF-I statisticamente significative dose-dipendenti (p<0,0,001), di �free� IGF-I (p<0,05), di IGFBP-3 (p<0,05) e di ALS (p<0,05).
Le IGF-I sieriche si sono normalizzate alla fine dello studio (12� settimana) nel 9,7 %, 38,5 %, 75% e nel 82% dei soggetti trattati rispettivamente con placebo, con 10 mg/die, 15 mg/die o 20 mg/die SOMAVERT. In tutti i gruppi si sono osservate differenze statisticamente significative (p<0,05) di miglioramento dello score relativo a segni e a sintomi clinici per aumenti rispetto al placebo. Un gruppo di 38 soggetti acromegalici � stato seguito in uno studio a lungo termine, aperto, dose- titolato per almeno12 mesi consecutivi di dosaggio giornaliero con pegvisomant (media = 55 settimane).
La concentrazione media di IGF-I in questo gruppo veniva ridotta da 917 ng/ml a 299 ng/ml durante il trattamento con pegvisomant, con il 92% che raggiungeva una concentrazione di IGF-I normale per l�et�.

05.2 Propriet� farmacocinetiche - [Vedi Indice].

Dopo somministrazione sottocutanea l�assorbimento di pegvisomant � lento e prolungato e il picco delle concentrazioni plasmatiche � stato generalmente ottenuto dopo 33.77 ore dalla somministrazione.
L�estensione media dell�assorbimento di una dose sottocutanea � stata del 57% rispetto ad una dose endovenosa. L�apparente volume di distribuzione di pegvisomant � relativamente piccolo (7.12 l).
La clearance media sistemica di pegvisomant a seguito di dosi multiple � stimata essere 28 ml/h per dosi sottocutanee tra 10 e 20 mg/die.
La clearance renale di pegvisomant � trascurabile ed � meno dell�1% della clearance sistemica.
Pegvisomant � lentamente eliminato dal plasma con stime medie di emivita variabili generalmente da 74 a 172 ore a seguito sia di dosi singole che multiple.
Il metabolismo di pegvisomant non � studiato. Dopo singola somministrazione per via sottocutanea di pegvisomant si � osservata una cinetica non lineare con dosi crescenti di 10, 15 o 20 mg.
Approssimativamente negli studi di farmacocinetica � stata osservata una farmacocinetica lineare allo steady state.
I dati in 2 studi a lungo termine su una popolazione di 145 pazienti che avevano ricevuto giornalmente dosi di pegvisomant di 10, 15 o 20 mg, hanno dimostrato che le concentrazioni seriche medie (� SD) di pegvisomant sono state rispettivamente di circa 8800 � 6300, 13200 � 8000 e 15600 � 10300 ng/ml. Le farmacocinetiche di pegvisomant sono simili in volontari sani normali e in pazienti acromegalici, sebbene individui pi� pesanti tendano ad avere una clearance sistemica di pegvisomant pi� alta rispetto ad individui meno pesanti e quindi potrebbero richiedere dosi pi� elevate di pegvisomant. Non sono disponibili dati farmacocinetici in popolazioni particolari (bambini, popolazioni con insufficienza renale ed epatica).

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice].

I dati non clinici non rivelano particolari rischi per l�uomo sulla base di studi convenzionali di tossicit� a dosi ripetute nel ratto e nella scimmia .
Comunque, a causa dell'elevata risposta farmacologia nella scimmia, non sono state studiate esposizioni sistemiche a dosaggi pi� elevati di quelli raggiunti nei pazienti alle dosi terapeutiche.
Non sono stati condotti altri studi di tossicit� sulla riproduzione nell'animale a parte il test segmento II nel coniglio. Non sono disponibili dati sul potenziale cancerogeno.

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - [Vedi Indice].

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice].

Polvere: Glicina Mannitolo (E421) Sodio fosfato anidro bibasico Sodio fosfato monobasico monoidrato Solvente: Acqua per iniettabili

06.2 Incompatibilit� - [Vedi Indice].

Questo medicinale non deve essere mescolato con altri prodotti ad eccezione di quelli menzionati nel paragrafo 6.6.

06.3 Periodo di validit� - [Vedi Indice].

2 anni. Dopo ricostituzione, il prodotto deve essere utilizzato immediatamente

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice].

Conservare in frigorifero (2�C-8�C).
Non congelare.
Conservare il contenitore nell�imballaggio esterno per proteggerlo dalla luce. Dopo ricostituzione: Da utilizzare immediatamente.

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice].

Polvere in flaconcino (vetro tipo I) con tappo di gomma (butilica) e 8 ml di solvente in flaconcino (vetro tipo I) con tappo (gomma butilica).
Confezione da 30.

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice].

Ricostituire usando 1 ml di solvente. Aggiungere il solvente al flaconcino di polvere per iniezione.
Sciogliere delicatamente la polvere con un movimento rotatorio lento.
Non agitare con forza, ci� potrebbe causare la denaturazione del principio attivo. Dopo ricostituzione, se la soluzione � torbida o contiene particelle, il prodotto deve essere scartato.
Solo per monouso.
Il medicinale non utilizzato ed i rifiuti derivati da tale medicinale devono essere smaltiti in conformit� alla normativa locale vigente.

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

Pfizer Limited Sandwich, Kent CT13 9NJ Regno Unito

08.0 NUMERI DELLE AUTORIZZAZIONI ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

EU/1/02/240/001

09.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice].

Data di prima autorizzazione: 13/11/2002 Rinnovo dell�autorizzazione: 20/09/2007

10.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO - [Vedi Indice].

1.
D

 

home

 


Ultimo aggiornamento: 15/12/2012
carloanibaldi.com - Copyright � 2000-2012 - Anibaldi.it@Network - Tutti i diritti riservati.
[http://www.carloanibaldi.com/terapia/schede/summary.htm]