TIAPROFEN
torna all'INDICE farmaci


Google  CERCA FARMACI NEL SITO

  www.carloanibaldi.com

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE
02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
04.5 Interazioni
04.6 Gravidanza e allattamento
04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE
05.1 Propriet� farmacodinamiche
05.2 Propriet� farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilit�
06.3 Periodo di validit�
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO
10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
11.0 TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90
12.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE -[Vedi Indice].

- [Vedi Indice] TIAPROFEN 300 mg compresseTIAPROFEN 300 mg granulato per sospensione

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice].

Ogni compressa contiene:Principio attivo:- Acido tiaprofenico mg 300Ogni bustina di granulato per sospensione contiene:Principio attivo:- Acido tiaprofenico mg 300

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice].

Compresse, granulato per sospensione.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - [Vedi Indice].

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice].

Affezioni che beneficiano di un trattamento antiinfiammatorio e antalgico.- Sintomatologia infiammatoria delle infezioni delle vie respiratorie: angine, faringiti, laringiti, sinusiti, otiti, ecc.- Flebiti superficiali e flebosclerosi.- Stati post-operatori (chirurgia generale e specialistica) e post-traumatici.- Distorsioni e fratture.- Affezioni reumatiche infiammatorie dell'artrosi, periartriti, tendiniti, tenosinoviti, miositi, artrite reumatoide, spondilite anchilosante, ecc).

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice].

Compresse e bustine: Una compressa oppure una bustina due volte al giorno, pari a 600 mg/die.
Da somministrarsi durante i pasti.

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice].

Ulcera peptica in fase attiva.
Ipersensibilit� individuale accertata verso i componenti.
L'uso di TIAPROFEN � controindicato inoltre in quei pazienti che a seguito di somministrazione di acido acetilsalicilico o di altri antiinfiammatori non steroidei abbiano manifestato crisi di asma, orticaria o rinite.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice].

L�uso di Tiaprofen, come di qualsiasi farmaco inibitore della sintesi delle prostaglandine e della cicloossigenasi, � sconsigliato nelle donne che intendono iniziare una gravidanza.La somministrazione di Tiaprofen dovrebbe essere sospesa nelle donne che hanno problemi di fertilit� o che sono sottoposte a indagini sulla fertilit�.In caso di infiammazione di origine infettiva, TIAPROFEN sar� utilizzato in associazione al trattamento specifico antiinfettivo.
TIAPROFEN deve essere somministrato con cautela a pazienti con precedenti di malattie emorragiche e di ulcera peptica o a pazienti con affezioni del tratto gastroenterico superiore o con grave insufficienza epatica e/o renale ed in quelli sotto terapia anticoagulante.Nel trattamento di pazienti anziani la posologia deve essere attentamente stabilita dal medico che dovr� valutare una eventuale riduzione dei dosaggi sopraindicati.

04.5 Interazioni - [Vedi Indice].

Poich� il legame proteico di TIAPROFEN � elevato, pu� essere necessario ridurre il dosaggio di anticoagulanti, di difenilidantoina o di sulfamidici e loro derivati che dovessero essere somministrati contemporaneamente.

04.6 Gravidanza e allattamento - [Vedi Indice].

La somministrazione di dosi variabili tra 5 e 75 mg/kg nel topo, nel ratto, nel coniglio, non provoca tossicit� fetale n� evidenzia attivit� teratogena.Come � di regola con tutti i nuovi medicamenti, evitare la somministrazione di TIAPROFEN durante i primi tre mesi di gravidanza.

04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice].

Non sono descritti in letteratura effetti sulla capacit� di guidare o sull'uso di macchine.

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice].

Qualche disturbo digestivo (pirosi, nausea e diarrea) pu� manifestarsi in soggetti particolarmente sensibili.
Eccezionalmente reazioni di tipo allergico quali eruzioni cutanee, edema di Quincke, reazioni generalizzate con ipotensione.
Tali effetti collaterali impongono l'immediata interruzione del trattamento e la consultazione del medico curante.

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice].

Non sono noti casi di sovradosaggio.

05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE - [Vedi Indice].

05.1 Propriet� farmacodinamiche - [Vedi Indice].

TIAPROFEN, antinfiammatorio, antipiretico, antalgico non steroideo, trova le sue indicazioni sia nella patologia infiammatoria delle vie aeree sia in quella di tipo reumatico: � particolarmente attivo nella flogosi acuta quando venga richiesta una sedazione rapida della reazione edematosa e del dolore.Si tratta di un composto che si colloca tra quei farmaci antiinfiammatori di sintesi pi� recente che agiscono come inibitori dei mediatori chimici dell'infiammazione ed in particolare delle prostaglandine.Studi in vitro ed ex vivo hanno evidenziato che l'acido tiaprofenico non deprime la sintesi dei proteoglicani, elementi costitutivi della cartilagine articolare.

05.2 Propriet� farmacocinetiche - [Vedi Indice].

L'assorbimento nell'uomo avviene rapidamente a livello gastroenterico.
L'attivit� antipiretica si manifesta fin dalle prime somministrazioni del farmaco.
L'emivita plasmatica � compresa tra 0,38 e 2,1 ore, la massima concentrazione ematica � raggiunta in un periodo compreso fra 40' e due ore dopo singola somministrazione per os ed � variabile fra 20 e 26 mcg/ml.
Viene eliminato rapidamente e l'escrezione � completa dopo 12 ore dalla singola somministrazione evitando quindi fenomeni di accumulo.Il T 1/2 di eliminazione nell'uomo varia da 1,5 a 2,5 ore ed � indipendente dalla dose.
Dopo somministrazione della dose giornaliera l'escrezione dell'acido tiaprofenico libero e coniugato avviene nelle 24 ore, per il 60% per via renale, mentre la restante parte viene eliminata per via biliare.
La clearance totale � di 6 lt/h.
In pazienti con insufficienza renale il T 1/2 di eliminazione aumenta da 1,81 a 4,07 ore, mentre l'AUC e la clearance plasmatica rimangono inalterate.TIAPROFEN presenta un particolare tropismo per le vie aeree e inoltre si distribuisce anche negli spazi articolari (liquido sinoviale) raggiungendo una concentrazione largamente superiore a quella necessaria per inibire al 50% la sintesi prostaglan-dinica.

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice].

I dati tossicologici evidenziano una DL50 fino a 820 mg/kg per via orale e fino a 350 mg/kg per via endoperitoneale nella cavia.
La somministrazione per 6 mesi di 30 mg/kg nel ratto e 10 mg/kg nel cane non provoca alcuna manifestazione patologica.
La somministrazione di dosi variabili tra 5 e 75 mg/kg nel topo, nel ratto, nel coniglio, non provoca tossicit� fetale n� evidenzia attivit� teratogena.L'attivit� antiinfiammatoria e analgesica viene evidenziata nei test dell'edema plantare indotti nel ratto come indicato dalla DA50 (mg/kg = 1,88).L'effetto analgesico (DA50 = 5,85 mg/kg) � risultato nettamente superiore a quello di altri antiinfiammatori.

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - [Vedi Indice].

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice].

Compresse: Amido di mais - Polietilenglicole 6000 - Magnesio stearato - TalcoBustine:- Mannite - Saccarosio - Sodio diottilsolfosuccinato - Sodio saccarinato - Sodio cloruro - Ammonio glicirrizzinato - Aroma menta - Betaciclodestrina

06.2 Incompatibilit� - [Vedi Indice].

Non note.

06.3 Periodo di validit� - [Vedi Indice].

A confezionamento integro compresse e granulato per sospensione: 3 anni.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice].

Non sono previste speciali precauzioni per la conservazione.

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice].

Astuccio da 30 compresse da mg 300 in blisters alluminio/PVCAstuccio da 14 compresse da mg 300 in blisters alluminio/PVCAstuccio da 30 bustine da mg 300 in carta alluminio-politeneAstuccio da 14 bustine da mg 300 in carta alluminio-politene

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice].

Uso orale

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

Bioprogress S.p.A.Via Aurelia n.
58 - Roma

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

30 Compresse mg 300: A.I.C.
02861301414 Compresse mg 300: A.I.C.
02861304014 Bustine di granulato per sospensione mg 300: A.I.C.
02861303830 Bustine di granulato per sospensione mg 300: A.I.C.
028613026

09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO - [Vedi Indice].

-----

10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice].

30 Compresse mg 300: A.I.C.
028613014, data di secondo rinnovo: 18/02/2003.30 Bustine di granulato per sospensione MG 300: A.I.C.
028613026, data di secondo rinnovo: 18/02/2003..14 Compresse mg 300: A.I.C.
028613040, data di primo rinnovo: 18/02/2003.14 Bustine di granulato per sospensione mg 300: A.I.C.
028613038, data di primo rinnovo: 18/02/2003.

11.0 TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90 - [Vedi Indice].

-----

12.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO - [Vedi Indice].

30 Compresse mg 300: Gennaio 2003.30 Bustine di granulato per sospensione mg 300: Gennaio 200314 Compresse mg 300: Gennaio 2003.14 Bustine di granulato per sospensione mg 300: Gennaio 2003.

 

home

 


Ultimo aggiornamento: 15/12/2012
carloanibaldi.com - Copyright � 2000-2012 - Anibaldi.it@Network - Tutti i diritti riservati.
[http://www.carloanibaldi.com/terapia/schede/summary.htm]