TONOGEN
torna all'INDICE farmaci


Google  CERCA FARMACI NEL SITO

  www.carloanibaldi.com

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE
02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
04.5 Interazioni
04.6 Gravidanza e allattamento
04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE
05.1 Propriet� farmacodinamiche
05.2 Propriet� farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilit�
06.3 Periodo di validit�
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO
10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
11.0 TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90
12.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO

01.0 DENOMINAZIONE DEL MEDICINALE -[Vedi Indice].

� TONOGEN

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice].

Ogni flaconcino solvente contiene: Principio attivo:ematoporfirina cloridrato mg 2.Eccipienti:sorbitolo soluzione g 7,5; sodio acetato mg 5; sodio citrato tribasico mg 36; metile p-idrossibenzoato mg 16; aroma naturale solubile di lampone 1/800 mg 10; alcool etilico ml 0,5; polivinilpirrolidone mg 200; acido deidroacetico (sale sodico) mg 4; acido etilendiamminotetracetico (sale disodico) mg 1; acqua depurata g 4.Ogni tappo serbatoio contiene: Principio attivo:cianocobalamina (vit.
B12 ) mg 1.Eccipienti:mannitolo mg 100; saccarosio mg 50.

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice].

Flaconcini da 10 ml, con tappo serbatoio, per uso orale.�

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - [Vedi Indice].

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice].

Astenia e depressione fisica e mentale; ematopoietico, vitaminico.

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice].

Due o pi� flaconcini al giorno, secondo prescrizione medica, prima dei pasti principali.Modalit� d'uso Togliere la chiusura e premere sul pistone superiore provocando la caduta del contenuto vitaminico del tappo nella soluzione sottostante.
Agitare qualche minuto fino ad ottenerne la dissoluzione.�

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice].

Ipersensibilit� individuale accertata verso uno o pi� componenti.Ematoporfirina: alla posologia consigliata � controindicata in pazienti affetti da porfiria o comunque soggetti a fotosensibilizzazione.�

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice].

Non esiste alcun rischio di assuefazione, dipendenza o altro.Tenere fuori dalla portata dei bambini .

04.5 Interazioni - [Vedi Indice].

Non sono state segnalate in letteratura n� rilevate nella pratica clinica.

04.6 Gravidanza e allattamento - [Vedi Indice].

Non sono stati segnalati effetti collaterali che controindichino l'impiego del preparato in gravidanza e durante l'allattamento.
In queste situazioni Tonogen pu� pertanto essere impiegato sotto controllo medico.�

04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice].

Non sono note in letteratura e dal monitoraggio finora eseguito, interferenze del Tonogen con lo stato di vigilanza, per cui il prodotto non esplica alcun effetto sulla capacit� di guidare e sull'uso di macchine che richiedono prontezza di riflessi.

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice].

Il preparato ha dimostrato una tollerabilit� decisamente buona sia a livello gastroenterico che a livello generale.Non sono stati segnalati effetti collaterali degni di nota.

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice].

Non sono state finora osservate manifestazioni di intossicazione da iperdosaggio nell'uomo.
In caso di ingestione accidentale di Tonogen in dosi altamente superiori a quelle terapeutiche, si suggerisce di porre in atto i normali provvedimenti medici consigliati nella patologia da intossicazione.

05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE - [Vedi Indice].

05.1 Propriet� farmacodinamiche - [Vedi Indice].

Ematoporfirina L'ematoporfirina � un derivato tetrapirrolico di sintesi capace di interagire vivacemente con substrati biologici idonei.Nell'animale da laboratorio la somministrazione di ematoporfirina stimola l'assunzione di cibo senza determinare un aumento del peso corporeo, probabilmente in relazione al contemporaneo incremento dell'attivit� motoria.In ratti CDR l'ematoporfirina migliora la capacit� di apprendimento, mentre nel ratto normale migliora il controllo neuromotorio e la resistenza alla fatica.L'ematoporfirina agisce a livello del SNC con un'azione almeno in parte di tipo serotoninomimetico.Nelle sperimentazioni cliniche l'ematoporfirina ha dimostrato una azione antidepressiva e antianemica migliorando in misura significativa la cenestesi dei soggetti trattati.I dati clinico-ematologici dimostrano un'azione stimolante specifica sulla eritropoiesi senza modificazioni dei parametri leucocitari e piastrinici.Lo studio "in vivo" della ferrocinetica e la dimostrazione "in vitro" dell'incremento della sintesi sia del DNA che dell'RNA e quindi della maturazione cellulare forniscono il presupposto teorico dell'azione antianemica.L'ematoporfirina � dotata inoltre di una spiccata azione antidepressiva secondo i parametri della Hamilton Rating Scale.Tossicit� acuta La DL50 nel topo per somministrazione intraperitoneale � risultata superiore a 160 mg/lg e nel ratto superiore a 270 mg/kg.
Non � stato possibile determinare una DL50 per somministrazione orale anche a dosi di 1300 mg/kg nel topo e 3000 mg/kg nel ratto.Tossicit� subacuta L'ematoporfirina somministrata per via intraperitoneale alla dose di 50 mg/kg/die e per os alla dose di 600 mg/kg/die nel ratto per 14 settimane ha dimostrato di essere ben tollerata e priva di effetti tossici.Farmacocinetica Le indagini di farmacocinetica, condotte nel ratto e nel cane con ematoporfirina marcata, hanno dimostrato che la sostanza viene assorbita sia dopo somministrazione orale che parenterale.Gli organi bersaglio sono il fegato e subordinatamente il rene.La sostanza � in grado di superare la barriera ematoencefalica e di localizzarsi nel tessuto cerebrale.VitaminaB12(cianocobalamina) La vitamina B12 (cianocobalamina) � precursore dei coenzimi attivi 5-adenosil-cobalamina e metilcobalamina, indispensabili per l'accrescimento e la replicazione cellulare, per il normale trofismo della mielina, per la sintesi della metionina e del succinil-CoA.Gli stati di carenza di vitamina B12 sono caratterizzati, tra l'altro, da un deficit della produzione di eritrociti con comparsa di anemia megaloblastica e da alterazioni anatomo-funzionali del sistema nervoso.

05.2 Propriet� farmacocinetiche - [Vedi Indice].

-----�

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice].

-----�

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - [Vedi Indice].

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice].

Sorbitolo soluzione, sodio acetato, sodio citrato tribasico, metile-p-idrossibenzoato, aroma naturale solubile di lampone 1:800, alcool etilico, polivinilpirrolidone, acido deidroacetico (sale sodico), acido etilendiamminotetracetico (sale disodico), acqua depurata (nel flaconcino), mannitolo, saccarosio (nel tappo serbatoio).�

06.2 Incompatibilit� - [Vedi Indice].

Non sono state segnalate, per il prodotto in questione, incompatibilit� con altre sostanze.�

06.3 Periodo di validit� - [Vedi Indice].

Mesi 36.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice].

Il preparato deve essere conservato "nelle ordinarie condizioni ambiente" previste dalla F.U.
IX Ed.�

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice].

Flaconcini in vetro con tappo serbatoio, chiusi con capsula a strappo, alloggiati in astuccio di cartone rigido litografato a lembi incollati, riportante sull'interno il testo del foglio illustrativo.Scatola di 10 flaconcini �

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice].

Il preparato pu� essere maneggiato senza particolari precauzioni.
Vedi "Posologia e modo di somministrazione".�

07.0 TITOLARE DELL'AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

ISTITUTO BIOLOGICO CHEMIOTERAPICO S.p.A.Via Crescentino, 25 - 10154 Torino (TO)

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice].

AIC n.
021229036.�

09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO - [Vedi Indice].

Preparato non soggetto a prescrizione medica.�

10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice].

04/02/91(nella attuale formulazione).
Rinnovo autorizzazione e revisione stampati: maggio 2000.�

11.0 TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90 - [Vedi Indice].

Il preparato non rientra nelle tabelle di cui al D.P.R.
n� 309 del 9/10/90�

12.0 DATA DI REVISIONE DEL TESTO - [Vedi Indice].

Gennaio 1997.

 

home

 


Ultimo aggiornamento: 15/12/2012
carloanibaldi.com - Copyright � 2000-2012 - Anibaldi.it@Network - Tutti i diritti riservati.
[http://www.carloanibaldi.com/terapia/schede/summary.htm]