xx

Torna alla pagina iniziale

     

 

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
Interazioni
04.6 Gravidanza e allattamento
04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE
05.1 Propriet� farmacodinamiche
05.2 Propriet� farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilità
06.3 Periodo di validità
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
home

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO
10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
home

TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90
12.0



     

 

- [Vedi Indice]

TWINRIX ADULTI

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice]

1 dose (1 ml) contiene:

Virus inattivato dell’epatite A*�������� 720 Unità ELISA

Antigene di superficie ricombinante (proteina S) del virus dell’epatite B**������������� 20 microgrammi

*�� adsorbito su alluminio ossido idrato���� Totale: 0,05 milligrammi Al3+

** adsorbito su alluminio fosfato���� Totale: 0,4 milligrammi Al3+

e prodotto da cellule di lievito modificate tramite ingegneria genetica (Saccharomyces cerevisiae)

Per gli eccipienti si veda 6.1.

home

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice]

Sospensione per uso iniettabile in siringa preriempita.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE - [Vedi Indice]

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice]

Twinrix Adulti è indicato per l’utilizzo in adulti e adolescenti non immuni a partire dai 16 anni di età, esposti al rischio di contrarre l’infezione da virus dell’epatite A e dell’epatite B.

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice]

Posologia

Dosaggio

Si consiglia una dose da 1,0 ml negli adulti e negli adolescenti a partire dai 16 anni di età.

Programma di vaccinazione primaria

Il ciclo standard di vaccinazione primaria con Twinrix Adulti consiste di tre dosi, la prima somministrata alla data stabilita, la seconda un mese più tardi e la terza sei mesi dopo la prima dose.

In circostanze eccezionali, in adulti, quando la partenza per un viaggio viene anticipata entro un mese o più dall’inizio del ciclo di vaccinazione, e non è disponibile sufficiente tempo per permettere il completamento della schedula standard a 0, 1, 6 mesi, può essere utilizzata una schedula di tre iniezioni intramuscolari a 0, 7 e 21 giorni. Nel caso venga applicato questo schema di trattamento,si raccomanda la somministrazione di una quarta dose 12 mesi dopo la prima.��

Il programma vaccinale raccomandato deve essere rispettato. Il ciclo di vaccinazione primaria, una volta iniziato, deve essere completato con lo stesso vaccino.

Dose di richiamo

Dati di persistenza anticorpale a lungo termine a seguito di vaccinazione con Twinrix Adulti sono attualmente disponibili fino a 60 mesi dalla vaccinazione. I titoli anticorpali anti-HBs e anti-HAV, registrati a seguito del ciclo di vaccinazione primaria con il vaccino combinato, sono nel »range» di quanto è stato osservato a seguito della vaccinazione con i vaccini monovalenti. Anche la cinetica di scomparsa degli anticorpi è analoga. Linee guida generali per vaccinazioni di richiamo possono tuttavia essere ricavate dall’esperienza con i vaccini monovalenti.

Epatite B

La necessità di una dose di richiamo di vaccino anti-epatite B in soggetti sani, che hanno ricevuto un ciclo di vaccinazione primaria completo, non è stata stabilita; tuttavia alcuni programmi ufficiali di vaccinazione attualmente includonola raccomandazione per una dose di richiamo� (booster) di vaccino anti-epatite B: tale raccomandazione deve essere seguita.

Per alcune categorie di soggetti o pazienti esposti al virus dell’epatite B (ad esempio: pazienti sottoposti ad emodialisi o pazienti immunocompromessi) deve essere considerato un approccio cautelativo per assicurare un livello protettivo di anticorpi ³10 UI/l.

Epatite A

Non è ancora completamente stabilito se individui immunocompetenti che hanno risposto alla vaccinazione anti-epatite A richiedano dosi di richiamo, in quanto la memoria immunologica può assicurare una protezione in assenza di anticorpi rilevabili. Le linee guida per i richiami delle vaccinazioni si basano sul presupposto che, per assicurare una protezione, è richiesto un livello minimo di anticorpi; per gli anticorpi anti-epatite A è stata prevista una persistenza di almeno 10 anni.

In situazioni dove è consigliabile una dose di richiamo di vaccino anti-epatite A e anti-epatite B, può essere somministrato Twinrix Adulti. In alternativa, a soggetti già vaccinati con Twinrix Adulti, può essere somministrata una dose di richiamo di ciascun vaccino monovalente.

Modo di somministrazione

Twinrix Adulti è indicato per iniezione intramuscolare, preferibilmente nella regione deltoidea, fatta eccezione per i pazienti affetti da trombocitopenia o da alterazioni della coagulazione, nei quali si consiglia la somministrazione del vaccino� per via sottocutanea. Comunque, questa via di somministrazione può dare una risposta immunitaria al vaccino inferiore a quella ottimale (si veda 4.4).

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice]

Twinrix Adulti non deve essere somministrato a soggetti con ipersensibilità nota ai componenti del vaccino o a soggetti che hanno mostrato segni di ipersensibilità dopo precedente somministrazione di Twinrix Adulti o dei vaccini monovalenti antiepatite A o antiepatite B.

Come per qualunque altro vaccino, la somministrazione di Twinrix Adulti deve essere rimandata nei soggetti affetti da malattie febbrili acute.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice]

è possibile che alcuni soggetti si trovino nel periodo di post-esposizione dell’infezione da virus di epatite A o di epatite B al momento della vaccinazione. Non è noto se Twinrix Adulti, in tali casi, possa prevenire l’epatite A e l’epatite B.

Il vaccino non previene l'infezione causata da altri agenti come epatite C ed epatite E ed altri agenti patogeni che notoriamente infettano il fegato.

Twinrix Adulti non è consigliato per la profilassi post-esposizione (es.: lesioni da punture di ago).

Il vaccino combinato non è stato studiato in pazienti con sistema immunitario compromesso. In pazienti emodializzati e soggetti con sistema immunitario compromesso, è possibile che dopo il ciclo di vaccinazione primario non vengano raggiunti titoli anticorpali anti-HAV e anti-HBs adeguati, e tali pazienti possono quindi richiedere la somministrazione di ulteriori dosi di vaccino.

Come per tutti i vaccini iniettabili, in caso di rara reazione anafilattica conseguente alla somministrazione del vaccino, devono essere sempre immediatamente disponibili trattamento e assistenza medica adeguati.

L’inoculazione intradermica o la somministrazione intramuscolare nel gluteo devono essere evitate in quanto possono causare una risposta non ottimale al vaccino.

Comunque, eccezionalmente, Twinrix Adulti può essere somministrato per via sottocutanea nei soggetti affetti da trombocitopenia o da alterazioni della coagulazione, poiché in tali soggetti può manifestarsi emorragia a seguito della somministrazione intramuscolare (si veda 4.2).

TWINRIX Adulti non deve mai essere somministrato per via INTRAVASCOLARE

Il tiomersal (un composto organico del mercurio) è stato utilizzato durante il processo di fabbricazione di questo medicinale e suoi residui sono presenti nel prodotto finale. Possono quindi verificarsi reazioni di sensibilizzazione.

Interazioni - [Vedi Indice]

Non sono disponibili dati relativi alla concomitante somministrazione di Twinrix Adulti con immunoglobuline specifiche per l’epatite A o per l’epatite B. Tuttavia, quando i vaccini monovalenti anti-epatite A e anti-epatite B sono stati somministrati in concomitanza con immunoglobuline specifiche non è stata osservata alcuna influenza sulla sieroconversione, sebbene si possono riscontrare titoli anticorpali più bassi.

Anche se la contemporanea somministrazione di Twinrix Adulti e di altri vaccini non è stata specificatamente studiata, non si prevedono interazioni� se si utilizzano siringhe e siti di iniezione diversi.

Si presume che in pazienti in trattamento con farmaci immunosoppressori o in pazienti affetti da immunodeficienza, sia possibile che non venga raggiunta una risposta adeguata.



04.6 Gravidanza e allattamento - [Vedi Indice]

Gravidanza

L'effetto di Twinrix Adulti sullo sviluppo fetale non è stato valutato.

Tuttavia, come per tutti i vaccini inattivati, non si prevedono rischi per il feto. Twinrix Adulti deve essere usato in gravidanza solo in caso di evidente rischio di infezione da epatite A e da epatite B.

Allattamento

L'effetto sui bambini allattati da madri alle quali sia somministrato Twinrix Adulti non è stato valutato in studi clinici. Pertanto Twinrix Adulti deve essere somministrato con cautela nelle donne che allattano.

04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice]

Twinrix Adulti non ha effetti o ha effetti trascurabili sulla capacità di guidare e di usare macchinari.

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice]

Durante gli studi clinici, gli eventi avversi più comunemente riportati sono stati reazioni al sito di iniezione, inclusi dolore, rossore e gonfiore.

La frequenza viene riportata come:

Molto comuni ������������ > 10%

Comuni ������������������� > 1% e < 10%

Non comuni ������������� > 0,1% e < 1%

Rari ����������������������� > 0,01% e < 0,1%

Molto rari ���������������� < 0,01%

Reazioni generali che possono verificarsi in associazione temporale con la somministrazione di Twinrix Adulti includono:

Sitemici:

Molto comuni: fatica

Comuni: cefalea, malessere

Non comuni: febbre

Sistema gastrointestinale:

Comuni: nausea

Non comuni: vomito

In uno studio clinico in cui Twinrix Adulti è stato somministrato a 0,7,21 giorni, i sintomi generali attesi sono stati riportati con la stessa classe di frequenza definita precedentemente, tranne per quanto concerne la cefalea che è stata riportata molto comunemente.

Dopo una quarta dose somministrata a 12 mesi, l’incidenza delle reazioni avverse sistemiche è stata comparabile a quella riscontrata dopo vaccinazione a 0,7,21 giorni.

In uno studio comparativo è stato rilevato che la frequenza degli effetti collaterali a seguito della somministrazione di Twinrix Adulti non si differenzia da quella osservata dopo somministrazione dei vaccini monovalenti.

A seguito di un uso allargato dei vaccini monovalenti contro l’epatite A e/o epatite B sono stati osservati, nei giorni o settimane successive alla vaccinazione, i seguenti effetti indesiderati. In molti casi però non è stata stabilita una relazione causale con il vaccino.

Sistemici:

Rari: sintomi simil-influenzali (febbre, brividi, emicrania, mialgia, artralgia), fatica

Molto rari: reazioni allergiche incluse reazioni anafilattiche e anafilattoidi e sintomatologia simile a malattia da siero.

Sistema cardiovascolare generale:

Molto rari: sincope, ipotensione.

Sistema nervoso centrale e periferico:

Rari: vertigini, parestesia.

Molto rari: casi di disordini neurologici periferici e/o centrali che potrebbero includere la sclerosi multipla, neurite ottica, mielite, paralisi di Bell, polineurite come la sindrome di Guillain-Barrè (con paralisi ascendente), meningite, encefalite, encefalopatia.

Sistema gastrointestinale:

Rari: nausea, vomito, diminuzione dell’appetito, diarrea, dolore addominale.

Sistema epato-biliare:

Rari: test della funzionalità epatica alterati

Disordini neurologici:

Molto rari: convulsioni

Piastrine, sanguinamento e coagulazione (sistema ematopoietico):

Molto rari: trombocitopenia, porpora trombocitopenica

Cute ed annessi:

Rari: rash, prurito, orticaria

Molto rari: eritema multiforme essudativo

Sistema vascolare extracardiaco:

Molto rari: vasculiti

Globuli bianchi e sistema reticoloendoteliale:

Molto rari: linfoadenopatia

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice]

Non sono noti casi di sovradosaggio.

05.0 PROPRIETA' FARMACOLOGICHE - [Vedi Indice]

05.1 Propriet� farmacodinamiche - [Vedi Indice]

Classificazione Farmaco-Terapeutica: Vaccini anti-epatite, codice ATC JO7BC.

Twinrix Adulti è un vaccino combinato ottenuto mediante miscelazione di preparazioni separate del virus purificato e inattivato dell'epatite A (HA) e dell'antigene di superficie purificato dell'epatite B (HBsAg), separatamente adsorbiti su idrossido di alluminio e fosfato di alluminio. Il virus HA è coltivato in cellule diploidi umane MRC5. L’HBsAg è prodotto per coltura, su terreno selettivo, di cellule di lievito geneticamente modificate.

Twinrix Adulti conferisce l’immunità contro le infezioni da HAV e da HBV stimolando la produzione di specifici anticorpi anti-HAV ed anti-HBs.

La protezione contro l’epatite A e l’epatite B si sviluppa in 2-4 settimane. Negli studi clinici, sono stati osservati anticorpi umorali specifici contro l’epatite A in circa il 94% degli adulti un mese dopo la prima dose e nel 100% un mese dopo la terza dose (cioè 7 mesi dopo la prima vaccinazione). Sono stati osservati anticorpi umorali specifici contro l’epatite B nel 70% degli adulti dopo la prima dose e circa nel 99% dopo la terza dose.

Il ciclo di vaccinazione primario a 0, 7 e 21 giorni, più una quarta dose a 12 mesi, è da utilizzarsi in adulti in circostanze eccezionali.

In uno studio clinico in cui Twinrix Adulti è stato somministrato secondo questa schedula, l’82% e 85% dei vaccinati aveva livelli sieroprotettivi di anticorpi anti-epatite B, rispettivamente a 1 e 5 settimane dalla terza dose (un mese e 2 mesi dopo la dose iniziale).

La percentuale di sieroprotezione contro l’epatite B, 3 mesi dopo la prima dose, è risultata aumentata al 95,1%.

Percentuali di sieropositività per anticorpi anti-epatite A sono state del 100%, 99,5% e 100% 1,2 e 3 mesi dopo la dose iniziale.

Un mese dopo la quarta dose, tutti i vaccinati avevano mostrato livelli sieroprotettivi di anticorpi anti-HBs ed erano sieropositivi agli anticorpi anti-HAV.

In due studi a lungo termine condotti in adulti, la persistenza di anticorpi anti-epatite A e anti-epatite B è stata riscontrata fino a 60 mesi dall’inizio del ciclo primario di vaccinazione con Twinrix Adulti, nella maggior parte dei vaccinati. La cinetica di scomparsa degli anticorpi anti-epatite A e anti-epatite B si è rilevata simile a quella dei vaccini monovalenti.����

05.2 Propriet� farmacocinetiche - [Vedi Indice]

La valutazione delle proprietà farmacocinetiche non è richiesta per i vaccini.

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice]

I dati preclinici basati sugli studi di sicurezza generale non hanno evidenziato particolare rischio per l’uomo.

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE - [Vedi Indice]

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice]

Alluminio ossido idrato

Alluminio fosfato

Formaldeide

Neomicina solfato

Fenossietanolo

Sodio cloruro

Acqua per preparazioni iniettabili.

06.2 Incompatibilità - [Vedi Indice]

In assenza di studi di compatibilità, questo prodotto medicinale non deve essere miscelato con altri farmaci.

06.3 Periodo di validità - [Vedi Indice]

3 anni.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice]

Conservare tra 2°C - 8°C (in frigorifero).

Non congelare.

Conservare nel confezionamento originale per proteggere dalla luce.

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice]

1 ml di sospensione in siringa preriempita (vetro tipo I) con tappo a stantuffo (gomma butile) con o senza aghi. Confezione da 1,10 o 25.

Non tutte le confezioni verranno commercializzate.

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice]

Dopo conservazione, si può osservare un fine deposito bianco con un surnatante limpido.

Il vaccino deve essere agitato bene per ottenere una sospensione bianca leggermente opaca e deve essere ispezionato visivamente prima della somministrazione per verificare l’assenza di particelle estranee o variazioni dell’aspetto fisico. Nel caso si verificasse uno di questi fenomeni, scartare il vaccino.

home

- [Vedi Indice]

GlaxoSmithKline Biologicals s.a.

Rue de l'Institut 89

1330 Rixensart (Belgio)

Telefono 0032-2-6568111

Fax 0032-2-6568000

Telex 63251 SB Bio B

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice]

EU/1/96/020/001 �� A.I.C. N. 033014010

EU/1/96/020/002

EU/1/96/020/003

EU/1/96/020/007

EU/1/96/020/008

EU/1/96/020/009

09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO - [Vedi Indice]

-----

10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice]

20/09/1996

home

TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90 - [Vedi Indice]

-----

12.0 - [Vedi Indice]

17 Dicembre 2001



Ultimo aggiornamento: 23/10/2012.
carloanibaldi.com - Copyright � 2000-2009. Tutti i diritti riservati.