xx

Torna alla pagina iniziale

     

 

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA
03.0 FORMA FARMACEUTICA
04.0 INFORMAZIONI CLINICHE
04.1 Indicazioni terapeutiche
04.2 Posologia e modo di somministrazione
04.3 Controindicazioni
04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso
Interazioni
04.6 Gravidanza ed allattamento
04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine
04.8 Effetti indesiderati
04.9 Sovradosaggio
05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE
05.1 Proprietà farmacodinamiche
05.2 Proprietà farmacocinetiche
05.3 Dati preclinici di sicurezza
06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE
06.1 Eccipienti
06.2 Incompatibilità
06.3 Periodo di validità
06.4 Speciali precauzioni per la conservazione
06.5 Natura e contenuto della confezione
06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione
home

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO
09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO
10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE
home

TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90
12.0



     

 

- [Vedi Indice]

VENOSMINE

02.0 COMPOSIZIONE QUALITATIVA E QUANTITATIVA - [Vedi Indice]

Una compressa contiene:

Principio attivo: diosmina mg 150.

home

03.0 FORMA FARMACEUTICA - [Vedi Indice]

Compresse per uso orale.

04.0 INFORMAZIONI CLINICHE

- [Vedi Indice]

04.1 Indicazioni terapeutiche - [Vedi Indice]

Coadiuvante nel trattamento delle varici e delle complicazioni flebitiche, delle emorroidi interne ed esterne e, in genere, negli stati di fragilità capillare e nelle loro manifestazioni (ecchimosi, ematomi, porpora, emorragie delle gengive).

04.2 Posologia e modo di somministrazione - [Vedi Indice]

2 compresse 2 volte al giorno a regolari intervalli.

Quando le circostanze lo richiedano (crisi flebitiche, emorroidali, emorragiche) la posologia può essere aumentata senza rischio fino a dosi doppie di quelle summenzionate.

Una volta ottenuti i risultati desiderati, e dopo un periodo di consolidamento di 2 - 6 settimane, può essere opportuno diminuire la posologia fino ad una dose di mantenimento pari ad 1 compressa 2 volte al giorno.

04.3 Controindicazioni - [Vedi Indice]

Ipersensibilità accertata verso la diosmina.

04.4 Speciali avvertenze e precauzioni per l'uso - [Vedi Indice]

Non esistono particolari precauzioni sull'uso di Venosmine.

Tenere fuori dalla portata dei bambini.

Interazioni - [Vedi Indice]Venosmine può essere senza rischio somministrato in concomitanza con altri farmaci, ivi compresi gli anticoagulanti.



04.6 Gravidanza ed allattamento - [Vedi Indice]

Sebbene non vi sia alcuna prova sperimentale o clinica che dimostri effetti dannosi sul prodotto del concepimento ed in genere sulla donna incinta, è opportuno evitare la somministrazione di Venosmine durante i primi 3 mesi della gravidanza, analogamente a quanto viene consigliato per i farmaci in genere.

04.7 Effetti sulla capacit� di guidare veicoli e sull'uso di macchine - [Vedi Indice]

Non vengono segnalati effetti sulla guida.

04.8 Effetti indesiderati - [Vedi Indice]

Raramente l'uso di Venosmine alle dosi consigliate in terapia dà luogo ad effetti collaterali. Vengono comunque riportati rari casi di gastralgia, nausea, diarrea, vertigini sempre di lieve entità e tali da non richiedere l'interruzione del trattamento.

04.9 Sovradosaggio - [Vedi Indice]

Non si conoscono finora casi di sovradosaggio.

05.0 PROPRIETÀ FARMACOLOGICHE

- [Vedi Indice]

05.1 Proprietà farmacodinamiche - [Vedi Indice]

Il principale effetto del farmaco si estrinseca a livello della parete dei vasi di capacitanza con ripristino del normale tono venoso. Sul microcircolo, a livello capillare, il farmaco agisce aumentando la resistenza e diminuendo la permeabilità dei vasi.

05.2 Proprietà farmacocinetiche - [Vedi Indice]

La diosmina è rapidamente assorbita dal tubo gastro-enterico: la concentrazione ematica raggiunge il picco tra la 2ª e la 4ª ora dalla somministrazione.

05.3 Dati preclinici di sicurezza - [Vedi Indice]

Il principio attivo della specialità, dalle prove tossicologiche, risulta praticamente privo di tossicità per somministrazione unica (ratto DL50 4000 mg/kg per os; ratto DL50 2000 mg/kg i.p.; topo DL50 2000 mg/kg per os; topo DL50 2000 mg/kg i.p.). I controlli di tossicità cronica per dosi fino a 250 mg/kg/die nel ratto non hanno prodotto fenomeni tossici. La somministrazione durante il periodo organogenetico della gravidanza nel ratto e nel coniglio, a dosi fino a 100 mg/kg/die, non ha evidenziato alcuna attività teratogena né tossicità fetale.

06.0 INFORMAZIONI FARMACEUTICHE

- [Vedi Indice]

06.1 Eccipienti - [Vedi Indice]

Eccipienti: lattosio, cellulosa microgranulare, amido di mais, sodio amido glicolato, acido stearico, magnesio stearato, gelatina.

06.2 Incompatibilità - [Vedi Indice]

Non sono state evidenziate incompatibilità nei confronti di altri farmaci.

06.3 Periodo di validità - [Vedi Indice]

5 anni, purché in confezione integra e correttamente conservata.

06.4 Speciali precauzioni per la conservazione - [Vedi Indice]

Venosmine è conservabile in condizioni climatiche ambientali; tenere comunque lontano da fonti di calore e protetto dalla luce diretta. Non disperdere nell'ambiente dopo l'uso.

06.5 Natura e contenuto della confezione - [Vedi Indice]

Astuccio contenente n. 30 compresse in blisters.

06.6 Istruzioni per l'uso e la manipolazione - [Vedi Indice]

Assumere il farmaco 2 volte al giorno ad intervalli regolari, per esempio in occasione della colazione del mattino e della cena, deglutite con un po' di acqua.

home

- [Vedi Indice]

GEYMONAT S.p.A.

Via S. Anna, 2 - 03012 Anagni (FR)

08.0 NUMERO DI AUTORIZZAZIONE ALL'IMMISSIONE IN COMMERCIO - [Vedi Indice]

AIC n. 024062059.

09.0 REGIME DI DISPENSAZIONE AL PUBBLICO - [Vedi Indice]

-----

10.0 DATA DELLA PRIMA AUTORIZZAZIONE/RINNOVO DELL'AUTORIZZAZIONE - [Vedi Indice]

Prima autorizzazione: 27 Luglio 1987 / Data di rinnovo: 1 Giugno 2000.

home

TABELLA DI APPARTENENZA DPR 309/90
- [Vedi Indice]

-----

12.0 - [Vedi Indice]

01.06.2000



Ultimo aggiornamento: 23/10/2012.
carloanibaldi.com - Copyright � 2000-2009. Tutti i diritti riservati.